Cronaca

Eboli, 200 famiglie a rischio sgombero tra Natale e Capodanno

Decine le ordinanze di rilascio notificate in questi giorni

Rischio sgombero per 200 famiglie di Eboli. Tra Natale e Capodanno rischiano di essere sfrattate dopo le decine le ordinanze di rilascio, pena sgombero, notificate in questi giorni a cittadini ebolitani residenti in alloggi di edilizia economica e popolare. Le ordinanze – come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino – fanno seguito alle richieste Iacp ed Acer di Salerno.

Eboli, rischio sgombero per 200 famiglie tra Natale e Capodanno

Un cittadino, D.P., ai microfoni de Il Mattino, ha raccontato: “Mia suocera chiama tutte le mattine e piange al telefono, è invalida al 100% ed ha il morbo di Parkinson. Vive con suo marito in quella casa da 27 anni. Andarono a Salerno per ottenere la sanatoria che pagarono circa 3mila euro. Entrambi sono anziani e non dormono la notte al pensiero di dover lasciare la casa entro il 15 gennaio. Non so come finirà questa storia che coinvolge anche altre famiglie, nella stessa palazzina dove vivono i miei suoceri, adiacente a via Gonzaga, ma anche in altre zone. Sappiamo solo che tutto questo non è giusto e che chi invia questi documenti dovrebbe controllare bene come stanno le cose. Il nostro avvocato ci ha tranquillizzati ma non si può agire così, con provvedimenti che non stanno né in cielo né in terra”.

Una vicenda in merito alla quale è intervenuto anche il consigliere di opposizione Cosimo Pio Di Benedetto, il quale ha protocollato un’interrogazione al Consiglio comunale, sottolineando che i cittadini interessati dal provvedimento avrebbero riferito di aver presentato da tempo la domanda di voltura e di regolarizzazione della loro posizione di assegnatari. Dunque, secondo i cittadini, la situazione è legata a presunti ritardi nei controlli delle pratiche da parte dell’Iacp ora Acer che non ha provveduto a sottoscrivere i relativi contratti.

Articoli correlati

Back to top button