Cronaca

Eboli, spari al rione Borgo: c'è una telecamera di sorveglianza ma è spenta

EBOLI. Nel rione Borgo, luogo dove si sono consumati gli spari nella notte tra domenica e lunedì, ci sarebbe una telecamera di videosorveglianza, ma è spenta. Fosse stata attiva, si sarebbe potuto risalire agli autori dell’agguato ad Antonella Chiarazzo, ebolitana già nota alle forze dell’ordine.

Quello che pare un chiaro atto intimidatorio nei confronti della Chiarazzo, rischia di rimanere nel silenzio visto il clima omertoso che si è creato intorno. La stessa vittima degli spari, ha voluto occultare i fori provocati dai due colpi di pistola indirizzati alla sua finestra. A dare l’allarme, però, due immigrati che sfortunatamente avevano parcheggiato la macchina nei paraggi, salvo poi ritrovarla con due buchi da proiettile. Gli inquirenti sono certi che non erano loro due i destinatari del messaggio, e che il colpo sarebbe solo uno: di entrata e di uscita.

LEGGI ANCHE —>http://salerno.occhionotizie.it/cronaca/eboli-ancora-spari-la-droga-questa-volta-al-rione-borgo/

Fonte: La Città

Articoli correlati

Back to top button