Buone notizie per gli ebolitani: l’ufficio postale di Santa Cecilia aperto tutte le mattine

eboli-ufficio-postale-santa-cecilia-orari-apertura

Eboli, l'ufficio postale di Santa Cecilia aprirà tutte le mattine come annunciato dal delegato alla sicurezza del comune di Eboli, Giuseppe La Brocca

Una buona notizia per gli oltre diecimila utenti delle periferie ebolitane. Da domani l’ufficio postale di Santa Cecilia resterà aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato. In queste settimane i tanti utenti, soprattutto  persone anziane, avevano trovato difficoltà nel recarsi agli uffici postali, in quanto facilmente si creavano assembramenti e diventava difficile mantenere la  distanza di sicurezza.

L’ufficio postale di Santa Cecilia aperto tutte le mattine

A spiegare le novità è il delegato alla sicurezza del comune di Eboli, Giuseppe La Brocca: “In premessa devo sottolineare il fatto che  prima gli uffici postali a Santa Cecilia erano aperti,  lunedì, mercoledì  e venerdì dalle  8.30 alle 13.30 (Sabato 8.30-12.35) . A partire da domani invece  saranno a disposizione dei cittadini,  tutte le mattine dal lunedì al sabato. Sollecitato da me e dai residenti, il sindaco di Eboli Massimo Cariello, in queste settimane ha scritto  al direttore delle poste, la dottoressa Marcella Ricci, la quale  si è dichiarata immediatamente disponibile  e ci ha comunicato che da domani 9 giugno,  riprenderanno l’orario normale. Ringrazio il sindaco Massimo Cariello e la direttrice  delle poste Marcella Ricci,  per aver accolto le esigenze del territorio”.

L’appello

Infine un messaggio all’utenza: “Devo fare un plauso all’Associazione Nazionale Polizia di Stato del  presidente Rocco Magliano ed i suoi volontari che  hanno fatto  rispettare e continueranno anche domani, a far mantenere le distanze ed indossare i  dispositivi di sicurezza (mascherine e guanti). Agli utenti lancio l’invito a collaborare e recarsi alle poste nell’arco della settimana e non più nei tre giorni come prima, per evitare disagi ed assembramenti”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG