Il deputato Edmondo Cirielli è positivo al test del Coronavirus: lo sfogo su facebook

coronavirus-pagani-cirielli-cotugno-napoli

Il Questore della Camera dei deputati, Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia), originario di Nocera Inferiore, è risultato positivo al test del Coronavirus

Il Questore della Camera dei deputati, Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia), originario di Nocera Inferiore, è risultato positivo al test del Coronavirus.

Coronavirus, Cirielli è positivo

È il secondo deputato contagiato dal coronavirus a Montecitorio. Prima di lui era risultato positivo il lodigiano Claudio Pedrazzini, ex Forza italia oggi nel gruppo Misto per il movimento Cambiamo! di Giovanni Toti.

Cresce il timore che possano aumentare i contagi in Parlamento, tanto che nella seduta di ieri sia Camera che Senato si sono riuniti con metà dell’aula vuota per approvare rapidamente l’autorizzazione al governo per lo sforamento del deficit.

Lo sfogo su facebook

“La vera sconfitta per me è stata vedere il mio piccoletto di 40 gg stanotte con la febbre alta dolorante e sofferente. Uno strazio. Per un genitore è sempre terribile vedere soffrire un proprio figlio ma quando si sa che è per propria colpa è veramente una cosa che non auguro a nessuno”. Lo scrive su Facebook Edmondo Cirielli (Fdi), questore della Camera, risultato positivo al test del coronavirus.

“Prima di vederlo così – prosegue il deputato di Fratelli d’Italia – avevo pensato in fondo che avevo fatto bene ad andare alla Camera nonostante da militare sapevo fosse una sciocchezza recarsi in un luogo così affollato, con migliaia di persone che venivano dal Nord, e che come Questore ero responsabile della sicurezza della Camera e quindi dovevo andare, ed infatti ho partecipato a molte riunioni dedicate. Poi d’altro canto ero stato il più duro nel chiedere misure estremamente drastiche e che qualcuno del Governo ha perfino accusato di sabotare le Istituzioni per il mio zelo irresponsabile”. “Ma posso garantirvi che vedere mio figlio stare male per colpa dei miei doveri fa vacillare molte certezze. Ciò detto non dobbiamo mollare e dobbiamo seguire le disposizioni delle Autorità, perché ora vanno nella giusta direzione per aiutare il sistema sanitario, i medici e gli infermieri che si prodigano per curarci. Buona fortuna a tutti”, conclude Cirielli.



Leggi anche:


Chi è Edmondo Cirielli

Edmondo Cirielli è nato il 22 maggio 1964 a Nocera Inferiore. Coniugato, due figli. Ha conseguito il diploma di maturità scientifica presso la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, ha frequentato l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

Ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Parma, in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Salerno e in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna presso l’Università di Roma – Tor Vergata, ed è Colonnello dell’Arma dei Carabinieri, in aspettativa, per incarico parlamentare.

Come Politico è stato Consigliere Regionale della Campania nel 1995 e nel 2000, tra i consiglieri più votati.

Nel 2001 è stato eletto alla Camera dei Deputati nelle file di Alleanza Nazionale, e nominato Vice Capogruppo, e membro della Commissione Giustizia e Commissione Affari Esteri.

Nel 2005 promuove la legge che portava il suo nome

Legge 5 dicembre 2005, n. 251
” Modifiche al codice penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di attenuanti generiche, di recidiva, di giudizio di comparazione delle circostanze di reato per i recidivi, di usura e di prescrizione “

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 285 del 7 dicembre 2005

La legge attualmente è denominata Ex-Cirielli in quanto le modifiche apportate dal Parlamento non furono condivise da Cirielli che chiese di rimuovere il suo nome dal decreto.

Nel 2005 è stato Assessore della Giunta Comunale di Nocera Superiore, e nel 2006 è stato rieletto di nuovo Deputato alla Camera.

Nel 2008 viene rieletto in Parlamento e Presiede la IV Commissione difesa della Camera.

In veste di Presidente della Provincia di Salerno nel 2009 suscita polemiche il manifesto posto durante la Festa della Resistenza in cui si afferma che la Liberazione Italiana avvenne solo grazie all’Intervento degli Alleati Anglo Americani, senza alcun ruolo determinante da parte dei Partigiani.

A seguito dei tagli pesanti imposti dal Governo Monti alcuni consigli provinciali tra cui quello di Salerno vota, il 9 Ottobre 2012 una mozione che dichiara l’incompatibilità di Edmondo Cirielli alla Presidenza della Provincia, come polemica degli interventi economici del Governo Monti a sfavore delle Province, e in linea con la volontà dell’Onorevole di candidarsi alle elezioni politiche del 2013.

Alla fine dell’anno 2012 Aderisce al nuovo partito appena formato Fratelli d’Italia- Centrodestra Nazionale, fondato da Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa, entrando a far parte dell’ufficio di Presidenza.

Nella XVII Legislatura viene eletto di nuovo Parlamentare della Camera dei Deputati, incaricato come segretario alla Presidenza. Open Polis lo indica nel 2016 come il parlamentare produttivo della Campania, riconoscimento che viene confermato a Febbraio 2018 per tutto il periodo quinquennale dal 2013 al 2018

È Fondatore dell’Associazione Culturale di Area-Destra Europea, e socio fondatore di Fondazione Nuova Italia. Ha ricoperto anche il ruolo di Presidente Provinciale di Alleanza Nazionale per la Provincia di Salerno.

A Gennaio 2018 viene eletto Presidente della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia.

Dal marzo 2018 è di nuovo confermato cone Deputato al Parlamento, dove ricopre il ruolo di Questore della Camera dei Deputati.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG