Unisa premia il merito, pubblicato l’elenco provvisorio dei beneficiari: ecco come verrà erogato il contributo

coronavirus-unisa-test-ammissione-distanza

Ecco l’elenco provvisorio dei beneficiari di Unisa premia il merito. Illustrate anche le modalità di erogazione del contributo

Pubblicato l’elenco provvisorio dei beneficiari del contributo Unisa premia il merito (pari alla tassa d’iscrizione e ai contributi di iscrizione, con esclusione dell’imposta di bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio) stabilito dal Consiglio di Amministrazione di Ateneo nella seduta del 20/07/2018, a favore degli studenti in possesso dei requisiti di merito nell’anno accademico 2018/19.

L’elenco provvisorio dei beneficiari di Unisa premia il merito

Eventuali osservazioni possono essere presentate entro il termine massimo del 18 giugno 2020 inviando all’Ufficio Diritto allo Studio a mezzo posta elettronica (email: dirstu@unisa.it), la scansione del modulo allegato, compilato e firmato, utilizzando esclusivamente l’account di posta elettronica istituzionale (es. M.ROSSI129@STUDENTI.UNISA.IT).

Non saranno prese in considerazione istanze di rettifica presentate con modalità diverse.

Si coglie l’occasione per ricordare che ai fini della riscossione del contributo è necessario aver inserito nella propria area riservata il codice iban relativo ad un conto corrente bancario/conto banco posta/carta prepagata intestato al beneficiario.

Ecco come viene erogato il contributo

Di seguito sono illustrate, pertanto, le modalità di erogazione del contributo:

  • gli studenti che alla data del 13/07/2019 hanno inserito nella propria area riservata il codice iban relativo a un conto corrente bancario, a un conto banco posta o a una carta prepagata, il contributo è stato erogato con accredito diretto e pertanto gli stessi non dovranno recarsi in banca;
  • in mancanza dell’inserimento del suddetto codice iban e nel caso in cui il contributo spettante non dovesse superare i limiti imposti dalla legge n. 214/2011 (€ 999,00) e, per coloro i quali avessero optato nella propria area utente per la riscossione diretta presso lo sportello bancario, saranno emessi mandati di pagamento con quietanza diretta.

Pertanto, a partire dal 31 luglio c.a. è possibile recarsi presso una qualsiasi filiale dell’Unicredit S.p.A. muniti di un valido documento di identità e del codice fiscale e, indicando il numero di ordinativo, riscuotere il contributo.

I numeri di ordinativo, corrispondenti alle iniziali dei cognomi, sono riportati nell’allegato.

Eventuali segnalazioni circa il mancato accredito e/o riscossione per quietanza diretta del contributo devono essere inoltrate al seguente indirizzo e-mail dirstu@unisa.it per le successive verifiche.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG