CronacaPolitica

Elezioni, candidati “distratti” a Salerno e provincia: solo 8 su 24 in regola sui dati da pubblicare | LA SITUAZIONE

Elezioni in provincia in Salerno, i candidati sindaco dimenticano i dati da pubblicare sui rispettivi siti web

candidati sindaco della provincia di Salerno “dimenticano” di pubblicare i dati per gli elettori. In particolar modo, la legge 3 del 9 gennaio 2019 prescrive che gli aspiranti primi cittadini abbiano un sito internet dove pubblicare curriculum vitae e certificato penale dei carichi pendenti. Un modo per garantire trasparenza in vista delle elezioni. Ma in provincia di Salerno solo un terzo dei candidati sindaci è in regola come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Elezioni in provincia in Salerno, candidati sindaco senza dati

La prossima tornata elettorale del 3 e 4 ottobre vedrà il capoluogo di provincia e diversi comuni oltre i 15mila abitanti chiamati al voto. I candidati sindaco dovevano aggiornare i rispettivi dati alla mezzanotte tra il 20 ed il 21 settembre mentre i Comuni avranno tempo entro il settimo giorno antecedente la data del voto. Chi non pubblica i dati, o chi lo fa solo parzialmente, non rischia l’esclusione dalla corsa elettorale, ma una sanzione dai 12mila ai 120mila euro.

La situazione

Nel Salernitano, solo otto candidati sono in regola con la pubblicazione dei dati, principalmente tra il capoluogo e Battipaglia. A Salerno “promossi” Oreste Agosto, Elisabetta Barone, Maurizio Basso e Gianpaolo Lambiase. Discorso diverso per Enzo Napoli, Michele Sarno, Antonio Cammarota, Simona Scocozza e Anna Maria Minotti: il sindaco uscente ha un sito online dove però non v’è traccia dei documenti richiesti. Discorso simile per Cammarota. Sarno, Scocozza e Minotti non hanno addirittura nulla: il primo ha un sito web in costruzione, Scocozza rimanda alla propria pagina professionale dove mentre Minotti non ha collegamenti.

Battipaglia hanno rispettato le prescrizioni di legge i vari Antonio Visconti, Ugo Tozzi e Carmine Bucciarelli. La sindaca uscente Cecilia Francese ha costruito le sezioni dedicate alle liste ma al momento della scadenza dei termini di legge non era possibile scaricare i documenti. Sprovvisti di siti web Enrico Farina e Brunello Di Cunzolo.

Infine Eboli: l’unico a rispettare correttamente le prescrizioni è Alessandro La Monica. Lavoro a metà per Mario Conte e Damiano Capaccio mentre non hanno rispettato la leggere i vari Tonino Cuomo, Giancarlo Presutto, Damiano Cardiello, Cosimo Pio Di Benedetto e Alfonso Del Vecchio.

La replica di Simona Scocozza

“La candidata Sindaca Simona Libera Scocozza risulta in regola con l’obbligatorietà di pubblicazione dei curricula dei candidati al consiglio comunale per le elezioni amministrative del 3-4 ottobre e dei casellari giudiziali di tutta la lista Attivisti per Salerno, il tutto verificabile sul suo sito web, www.simonaliberascocozza.it, online da 3 settimane. Per quanto riguardo i casellari giudiziali della lista Terra Libera, si denuncia una si denuncia una situazione di mala amministrazione, avendo fatto richiesta nei tempi previsti ma trovandoci innanzi ad una inefficienza degli uffici interessati”.

Articoli correlati

Back to top button