Emergenza caldo a Salerno, aumentano ricoveri: arrivano 70 nuovi medici

Emergenza caldo a Salerno, nuovi 70 medici in arrivo per fronteggiare l'emergenza caldo in vista dei giorni più caldi da bollino arancione

Emergenza caldo anche a Salerno. Sono giornate da bollino arancione con temperature che sfiorano i 40 gradi e le richieste di aiuto in aumento del 10%. In particolar modo da parte degli over 70 e da chi ha patologie croniche pregresse, ma anche quella fascia di popolazione cosiddetta “fragile”: persone sole o con difficoltà economiche e che quindi non riesce a curarsi bene.

Nei pronto soccorso salernitani non si registrano picchi particolari ma allo studio in Regione la possibilità di mettere mano alla graduatoria dei camici bianchi del 118 attraverso un reclutamento straordinario, che potrebbe fornire 70 unità (60 all’Asl e 10 al Ruggi), evitando di dirottare gli specialisti degli altri reparti.

Emergenza caldo a Salerno, le regole

Le regole da rispettare per fronteggiare l’emergenza sono le consuete:

  1. Bere molto;
  2. Mangiare in modo leggero, evitando cibi grassi e pesanti;
  3. Mangiare frutta e verdura fresca;
  4. Non uscire nelle ore più calde della giornata (quelle centrali, in particolare dalle 11 alle 17);
  5. Rinfrescare gli ambienti domestici, aprendo le finestre dell’abitazione al mattino e abbassando le tapparelle o socchiudendo le imposte e facendo un uso corretto dei condizionatori;
  6. Effettuare un controllo più assiduo della pressione arteriosa ed eventualmente richiedere il parere del proprio medico di base.

Il nuovo organico

Dalla Regione potrebbe arrivare il reclutamento straordinario attraverso le graduatorie regionali di medici del 118. In questo modo di sanerebbe la situazione relativa alle sostituzioni ed evitare di procedere al dirottamento di specialisti equipollenti dagli altri reparti, così come pensato dalla Regione qualche settimana. A breve, quindi, potrebbe essere avviato dall’Asl il reclutamento di 70 medici del 118.

TAG