Cronaca

Escursionista smarrito e disidratato a Tramonti, salvato dai carabinieri

Escursionista si perde a Tramonti, salvato dai carabinieri lungo il sentiero che da località Chiancolelle conduce a Monte Finestra

Attimi di paura a Tramonti per un escursionista smarritosi. È accaduto nella giornata di ieri, mercoledì 11 agosto, quando i militari della Stazione Carabinieri Forestale, alle ore 15:30 circa, durante lo svolgimento del preordinato servizio esterno di pattugliamento e prevenzione AIB, in località Chiancolelle, sono stati allertatati da due escursionisti, che hanno denunciato lo smarrimento, lungo il sentiero che da località Chiancolelle conduce a Monte Finestra, di un loro compagno di gita, probabilmente rimasto indietro durante il rientro dall’escursione.

Escursionista si perde a Tramonti, intervengono i carabinieri

Contattato telefonicamente il disperso, i Carabinieri Forestali intervenuti lo hanno tranquillizzato, cercando, nel contempo, di capire in che stato fisico fosse. Successivamente, tramite anche la centrale operativa 112 di Amalfi, tempestivamente notiziata dell’accaduto, i militari sono riusciti ad avere la geolocalizzazione del disperso per cui, muniti di cospicue scorte d’acqua, si sono incamminati verso la zona segnalata non accompagnati dai due escursionisti, che per la forte calura e la stanchezza, riferivano di non essere in grado di rimettersi in cammino.

L’escursionista è stato rintracciato, verso le 16:55 circa, su una cresta rocciosa in località “Pietra Piana”,  rannicchiato vicino un cespuglio nel tentativo di proteggersi dal sole e debilitato per la forte disidratazione. Dopo averlo dissetato, avviata una conversazione ed attesi circa 5/10 minuti per capire lo stato di salute del malcapitato, è stato riportat a valle verso le ore 17:45 circa, consegnandolo ai due amici che lo attendevano con la propria vettura privata.

L’allerta caldo

Si ricorda che anche nei prossimi giorni permarrà l’ondata di caldo che attanaglia l’Italia e che molte zone del sud Italia presentano un bollino rosso per ondate di calore e quindi anche i Carabinieri Forestali sconsigliano di esporsi nelle ore più calde della giornata. Eventuali escursioni dovrebbero avere inizio e terminare nelle prime ore della mattina, portando sempre al seguito sufficienti scorte d’acqua ed adottando le necessarie protezioni dall’irraggiamento diretto e dai raggi UVA.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button