Cronaca

L’ex sindaco Aliberti torna a Scafati per Pasqua: “Grazie a chi ha avuto cuore”

Il Tribunale di Nocera Inferiore ha concesso un permesso speciale a Pasquale Aliberti: l’ex sindaco torna a Scafati per il periodo delle feste di Pasqua.

Aliberti torna a Scafati, ma solo per Pasqua

L’ex sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, torna a casa e dalla sua famiglia in occasione di Pasqua. Il Tribunale di Nocera Inferiore ha infatti concesso ad Aliberti un permesso speciale per poter tornare in città e trascorrere le festività pasquale insieme alla sua famiglia.

Attualmente, Aliberti è lontano da Scafati per il processo che lo vede coivolto per scambio elettorale politico-mafioso e per questo motivo ha l’obbligo di dimora nel comune di Nocera Superiore.

Ecco cosa ha poi dichiarato l’ex primo cittadino scafatese sui social network:

“Che possa essere la ripartenza, la speranza e la resurrezione di chi vive nella sofferenza, la solitudine e il dolore delle cicatrici che sanguinano: trovate la forza di rialzarvi, sempre. Per me, nonostante tutto, sarà una Pasqua speciale, del ritornomomentaneo a casa, dopo 451 giorni, nei miei affetti più cari: di questo ringrazio Gesù e chi ha avuto cuore. Dio c’è.”

Un po’ di aria e pace per Pasquale Aliberti, al quale in questi giorno è stata respinta la richiesta di poter tornare a vivere a Scafati per via della nuova tornata elettorale in vista anche nel comune di Scafati.

 

 

 

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto