Cronaca

Causarono il fallimento della “Connie Parking Scafati Cooperativa Sociale”: sequestro di oltre 800mila euro ai responsabili

Le accuse sono bancarotta fraudolenta per distrazione ed evasione fiscale

Fallimento della “Connie Parking Scafati Cooperativa Sociale”: sequestro di oltre 800mila euro ai danni dei responsabili, accusati di bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale.

Fallimento della “Connie Parking Scafati Cooperativa Sociale”: sequestro per bancarotta fraudolenta

Nell’ambito di una complessa attivita d’indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica dott. Angelo Rubano e dal Procuratore della Repubblica di Nocera inferiore dott. Antonio Centore, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria, hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca della somma di euro 818.807,55 emesso a carico di T. D., M C. e P. P., poiche indagati per i reati di bancarotta fraudolenta per distrazione e di evasione fiscale, avendo maturato debiti nei confronti dell’Erario pari a circa 500 mila Euro.

Le indagini

Le indagini hanno portato a smascherare le attivita illecite dei tre complici che, non solo causavano it fallimento della societa “Connie Parking Scafati Cooperativa Sociale”, ma, al fine di procurarsi un ingiusto profitto e recare pregiudizio ai creditori, distraevano liquidita dall’attivo fallimentare della stessa. In particolare, gli accertamenti compiuti dalla Sezione di Poli zia giudiziaria – aliquota Carabinieri – in sinergia con l’I.N.P.S. portavano a disvelare anche una serie di fittizie assunzioni volte a giustificare una quota di patrimonio sociale sottratto. Inoltre, con i fondi distratti veniva creata un’altra societa che, ad oggi, gestisce alcurii parcheggi di Enti Pubblici tra la Campania e la Citta di Bergamo.

Sequestro di beni mobili e immobili

La polizia giudiziaria operante sta procedendo al recupero delle sommne indebitamente sottratte attraverso it sequestro di beni imrnobili, mobili, quote societarie e conti correnti che erano nelle disponibilita dei tre indagati.

Articoli correlati

Back to top button