Fallimento supermercati a marchio Gran Risparmio, i lavoratori sul piede di guerra

Fallimento-Gran-Risparmio

Fallimento supermercati a marchio Gran Risparmio, gli ex dipendenti preoccupati dopo il fallimento annunciato lo scorso 13 giugno dal Tribunale di Salerno

Dopo il fallimento di alcuni supermercati a marchio Gran Risparmio (ex Sisa e Gruppo Auchan) i lavoratori sono sul piede di guerra. I dipendenti dell’azienda della famiglia Di Bianco sono preoccupati per il loro futuro. Lo scorso 13 giugno, il Tribunale di Salerno ha decretato il fallimento di diverse società del gruppo e per 16 dipendenti dell’azienda Q7 è scattata la procedura di licenziamento collettivo.

Fallimento supermercati, mazzata per i dipendenti

Una vera batosta per i lavoratori, che lamentavano già diverse mensilità arretrate. Si parla di quattro o cinque stipendi che i dipendenti dovrebbero ancora ricevere. I lavoratori licenziati minacciano azioni di protesta nei confronti della proprietà.

Si continua a lavorare

Nei supermercati, ancora aperti, altri dipendenti ancora lavorano con una nuova società (F124), avendo firmati dei contratti part time per quattro ore giornaliere.

Ovviamente, non è fallita l’azienda Gran Risparmio, che ha esclusivamente concesso il marchio ai supermercati della famiglia Di Bianco.

TAG