Cronaca

Accusa falsamente il marito di maltrattamenti, donna porta via la figlia: rinvio a giudizio

False accuse di violenza, moglie rinviata a giudizio. All’udienza dell’11 dicembre 2019 il Gup di Nocera inferiore – dott. Pipola – ha rinviato a giudizio per l’udienza dell’8 giugno 2020 innanzi al tribunale di Nocera inferiore in composizione monocratica- dott.ssa Montone – una donna di Castel San Giorgio.

Quest’ultima aveva accusato falsamente il marito, un uomo di Roccapiemonte, difeso di fiducia dall’avvocato Rosaria Corvino del foro di Nocera Inferiore, di averla violentata e maltrattata fisicamente e psicologicamente per tre anni alla presenza della figlia minore.

False accuse di violenza, rinvio a giudizio per una moglie

In virtù di tali falsi accuse, la moglie ha lasciato la casa coniugale portando via con sé la figlia minore di 4 anni impedendole di avere qualsiasi rapporto con padre, fino a quando il marito è stato sottoposto dal giudice del procedimento di separazione giudiziale coniugi nel 2017 ad incontri protetti presso i servizi sociali di Castel San Giorgio, che tuttora si svolgono, attesa la riluttanza della figlia ad avere rapporti con il padre ritenuto falsamente violento.

Prove schiaccianti a carico della moglie sono stati una serie di video che ritraevano rapporti consenzienti con il marito tali da escludere qualsiasi violenza subita.

La replica del marito

L’uomo, a mezzo dell’avv. Rosaria Corvino, si è costituito parte civile richiedendo il risarcimento di tutti i danni morali fino ad oggi patiti.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button