Falsi incidenti stradali a Battipaglia: nove persone rischiano il processo

falsi-incidenti-stradali

Nove persone residenti a Battipaglia, Eboli e Montecorvino Rovella rischiano il processo per falsi incidenti stradali: ecco tutti i nomi degli indagati

Nove persone residenti a Battipaglia, Eboli e Montecorvino Rovella rischiano il processo per falsi incidenti stradali: ecco tutti i nomi degli indagati.

In nove rischiano il processo per falsi incidenti stradali

Falsi incidenti stradali con richieste di risarcimento danni a cose e persone alle assicurazioni. Il tutto, utilizzando la patente di un ignaro straniero. In nove ore rischiano di dover affrontare il processo dinanzi ai giudici del tribunale di Salerno.

Il prossimo settembre compariranno dinanzi al giudice per le udienze preliminari Ubaldo Perrotta:

  • Enrico Landi,
  • Graziano Del Regno,
  • Carmine De Santis,
  • Gioele Melella,
  • Cosimo Di Matteo,
  • Luisana Petrillo,
  • Elisabetta La Padula
  • Elia Testa,
  • Vita Anna Bochicchio

Gli indagati sono tutti residenti tra Eboli, Battipaglia e Montecorvino Rovella. Il gup dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio presentata dal magistrato titolare dell’inchiesta Francesco Rotondi. Secondo il capo d’imputazione formulato dalla Procura Landi, Del Regno, De Santis, Melella e di Matteo, in concorso tra di loro avrebbero avrebbero denunciato un sinistro stradale mai verificatosi solo al fine di ottenere il risarcimento dall’assicurazione.

Nel dettaglio, Landi, Del Regno e De Santis si procurarono in maniera fraudolenta la patente di guida di un cittadino straniero (parte offesa nel procedimento e quindi potrebbe costituirsi parte civile insieme alla compagnia di assicurazioni) al fine di compilare e sottoscrivere un falso modello di constatazione amichevole.

Il documento sottoscritto fu poi consegnato a Melella che nonostante fosse conscio della non veridicità di tale documento inoltrò ugualmente alla compagnia assicurativa la Cattolica la richiesta di messa in mora per il risarcimento dei danni subiti da Di Cosìmo per un sinistro fantasma che si sarebbe verificato a Battipaglia. I fatti risalgono all’estate del 2017.

Sempre con la patente dello straniero, Del Regno e Melella compilarono anche un ulteriore falso modello di contestazione di sinistro al fine di permettere a Petrolio, La Padula Testa e Bochicchio di poter avanzare richiesta di messa in mora per le lesioni subite quali passeggeri dell’auto coinvolto nel sinistro mai verificatisi. Ora tutti rischiano il processo.


Pina Ferro

TAG