Scafati, 20 politici sotto inchiesta per falso in atto pubblico: c’è anche il sindaco Salvati

sindaco-scafati

Falso in atto pubblico a Scafati, l'inchiesta: c'è anche il sindaco Salvati tra i 20 politici indagati dalla procura di Nocera Inferiore

Falso in atto pubblico Scafati, 20 politi sotto inchiesta. La procura di Nocera Inferiore indaga su sindaco, assessori e consiglieri comunali di maggioranza e opposizione con l’accusa di falsità ideologica commessa in atto pubblico da privato.

Falso in atto pubblico Scafati, l’inchiesta

Come riporta Il Mattino nell’articolo a firma di Nicola Sorrentino, 20 esponenti politici sono accusati di aver dichiarato il falso nella dichiarazione di insussistenza di cause ostative per l’assunzione della carica di consigliere comunale a Scafati. L’atto è stato firmato da tutti lo scorso 25 giugno. Nella mattinata di ieri, giovedì 19 dicembre, gli indagati si sono presentati in Procura.

Gli indagati

  • Cristoforo Salvati (sindaco);
  • Raffaele Sicignano (assessore);
  • Alfonso Fantasia (assessore);
  • Giuseppe Fattoruso (vicesindaco);
  • Paolo Attianese (consigliere);
  • Camillo Auricchio (consigliere);
  • Giovanni Bottone (consigliere);
  • Ida Brancaccio (consigliere);
  • Nicola Cascone (consigliere);
  • Annunziata Di Lallo (consigliere);
  • Alfonso Di Massa (consigliere);
  • Serena Porpora (consigliere);
  • Arcangelo Sicignano (consigliere);
  • Antonella Vaccaro (consigliere);
  • Pasquale Vitiello (consigliere).

I consiglieri dell’opposizione indagati

  • Liliana Acanfora (consigliere);
  • Michelangelo Ambrunzo (consigliere);
  • Alfonso Carotenuto (consigliere);
  • Michele Grimaldi (consigliere);
  • Michele Russo (consigliere).

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG