Cronaca

Fatture false a Battipaglia, maxi sequestro per circa 43 milioni di euro: imprenditore ai domiciliari

Sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti dell’imprenditore Giovanni Attanasio nell’ambito di un’indagine per fatture false a Battipaglia. La misura cautelare è stata eseguita dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, su disposizione della Procura.

Fatture false a Battipaglia: l’imprenditore Giovanni Attanasio ai domiciliari

L’attività fa seguito ad un provvedimento emesso dal Tribunale di Salerno – Sezione Riesame, eseguito il scorso di mese di febbraio, con li quale era stato disposto li sequestro nella forma diretta e per equivalente per un valore pari a circa 43 milioni di euro, riformando così l’iniziale provvedimento di rigetto parziale emesso dal G.I.P. nel dicembre 2023.


Fatture false a Battipaglia: nei guai società operante nei servizi di pulizia e logistica


In quella sede, il Tribunale del Riesame accoglieva anche l’appello della Procura sull’applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti dell’imprenditore Giovanni Attanasio, subordinandone l’efficacia alla conferma da parte della Corte di Cassazione, poi intervenuta in data 23 maggio 2024.

Le indagini

Le attività investigative, condotte congiuntamente dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Salerno e dalla Compagnia di Battipaglia s’inquadrano nel più ampio contesto degli approfondimenti condotti sul gruppo di società riconducibili all’imprenditore Attanasio operante principalmente nei servizi di pulizia, facchinaggio elogistica, il quale si sarebbe avvalso di una serie di cooperative, da cui avrebbe ricevuto, nel periodo compreso dal 2013 al 2019, fatture per operazioni inesistenti per circa 175 milioni di euro, traslando in capo a quest’ultime gli obblighi fiscali di fatto mai adempiuti, riferiti ai rapporti commerciali posti in essere con terzi clienti.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio