Cronaca

Dolore per Fernanda, la 17enne morta a Positano | L’ira della famiglia: “Non si può perdere una figlia così”

Dolore per Fernanda, la 17enne morta nell'incidente a Positano. Parla la famiglia: "Non si può perdere una figlia così"

Il dolore della famiglia per la morte di Fernanda Marino, la 17enne che ha perso la vita in un tragico incidente a Positano giovedì mattina: “Non si può perdere una figlia così”. A sfogarsi anche la zia Marianna: “Tutta colpa delle amministrazioni”

Dolore per Fernanda, l’ira della famiglia: “Non si può perdere una figlia così”

Mia nipote Fernanda è morta per colpa delle amministrazioni che fanno scaricabarile. Ci avete distrutto, avete distrutto le nostre famiglie”. Uno sfogo pieno di vuoto e dolore quello di Marianna, zia di Fernanda Marino, la 17enne di Montepertuso di Positano, travolta da un van alla guida del quale c’era un 28enne di Pompei, poi risultato positivo al test sui cannabinoidi, che ha imboccato il senso unico alternato passando col rosso.

Il messaggio di Zia Marianna

Zia Marianna ha postato un messaggio sui social, manifestando il dolore che sta vivendo la sua famiglia. “Non è possibile perdere una figlia così. Da quanto tempo ci stiamo lamentando di questi semafori? Di giorno e di notte si creano code perché c’è sempre chi non rispetta questo maledetto semaforo. Tutti a fare scaricabarile dal Comune di Vico, Positano, Piano di Sorrento, tutti voi che fate parte di queste amministrazioni siete colpevoli. Tutti, nessuno escluso”, conclude Marianna. “La mia piccola e dolce nipote, la cugina dei miei figli, è stata ammazzata da tutti voi. Ci avete distrutto. Ora vi raccomando: togliete il semaforo “.

Articoli correlati

Back to top button