Festa delle donne, le origini: perché si festeggia l’8 marzo?

mimosa

Oggi si celebra in tutto il mondo la festa delle donne. Si tratta di una festa in cui si celebrano le donne e la loro importanza nella vita di tutti

Oggi si celebra in tutto il mondo la festa delle donne. Si tratta di una festa in cui si celebrano le donne e la loro importanza nella vita di tutti.

È una festa però che ha ben più valore dell’acquisto di mimose o dell’organizzazione di feste a tema.

È una festa dalle origini misteriose, se non sconosciute, ed una delle domande più frequenti è: “Perché si festeggia l’8 marzo?”

Perché si festeggia l’8 marzo? Le origini della festa delle donne

L’idea di celebrare una giornata di questo tipo, una festa delle donne, è nata nel febbraio del 1909 su iniziativa del Partito socialista americano. L’anno seguente, nel 1910, la proposta venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen, durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

Dai documenti del congresso però non sono chiare le motivazioni che spinsero alla scelta di quella data, l’8 marzo e fino al 1921 i singoli Paesi scelsero giorni diversi per la celebrazione.

Nel 1921, però, alla Seconda conferenza delle donne comuniste venne proposta e approvata un’unica data per le celebrazioni, in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo.

Il falso storico: le donne morte perché chiuse nella fabbrica

Quando si cerca di capire le origini della festa in molti pensano alla tradizione secondo cui si ricorda un episodio drammatico accaduto nel 1857.

Secondo tali tradizioni fu proprio in questa data che alcune operaie, chiuse in fabbrica dal padrone per evitare che partecipassero ad uno sciopero, persero la vita a causa di un incendio.

Di tale episodio, però, non risultano prove né la fabbrica in questione sembra sia mai esistita.

Perché le mimose?

È lecito chiedersi, poi, il motivo per cui proprio le mimose sono i fiori simbolo di questa festa.

Il fiore che è simbolo di questa festa e che, rende tanto felici, soprattutto, i suoi venditori sembra sia stato scelto, secondo quanto riporta Focus, nel 1946 da parte di alcune organizzatrici di una manifestazione tenutasi a Roma proprio in tema della festività: avevano bisogno di un fiore che fosse di stagione e costasse poco.

Il vero motivo per celebrare la festa delle donne

Al di là delle origini della festa in questione, però, l’importanza che essa ha e che hanno le persone che essa celebra è indubbia, soprattutto in questi mesi in cui lo scandalo molestie sessuali sconvolge Hollywood e e i casi di femminicidio segnano un record sempre più negativo.

Si tratta di una festa che più che sulla sua origine e sul passato deve far riflettere sul presente e sul futuro, buona festa della donne!