CronacaSalernitana

Festeggiamenti per la Salernitana in serie A, Borrelli: “Fa rabbia pensare che c’è chi può morire per una festa”

Esplode la polemica per i festeggiamenti organizzati dagli ultras granata

Assembramenti e caos per la Salernitana in serie A, Francesco Emilio Borrelli, il consigliere regionale del Sole che Ride, è preoccupato per le ripercussioni a livello sanitario, la denuncia: “Fa rabbia pensare che c’è chi può morire per una festa”.

Festeggiamenti per la Salernitana in serie A: la denuncia di Borrelli

Dichiara Borrelli: “Mentre una parte della movida fa festa senza sosta, senza distanziamento, senza rispetto degli orari e senza mascherine e i tifosi della Salernitana fanno assembramenti da paura di poco fa è la notizia che in Campania c’è il boom di morti: sono ben 54 le vittime registrate nell’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi, di cui 30 nelle ultime ventiquattro ore e altri 24 deceduti in precedenza ma registrati solo oggi”.

Continua Borrelli

Continua Borrelli: “Fa rabbia pensare che ci siano persone morte e che debbano morire perché c’è chi non ha potuto rinunciare a fare festa senza rispettare alcun protocollo di sicurezza. Assurde le scene a cui abbiamo assistito in questi ultimi giorni di gente ammassata per fare feste e festini senza alcuna mascherina e del delirio che ha scatenato il ritorno in serie A della Salernitana.

Molti medici ci hanno fatto comunicato che pagheremo cari e amari questi comportamenti. Si poteva festeggiare la propria squadra del cuore o passare una serata in allegria con amici rispettando le regole e invece purtroppo una parte della nostra popolazione continua a fregarsene del virus e dei morti“, conclude Borrelli.


Articoli correlati

Back to top button