Cronaca

Il figlio del boss Serino torna a casa per un “permesso premio”. Scorta e strade controllate

SARNO. Il figlio del boss Serino torna a casa per un “permesso premio” per salutare la zia malata. Scorta e strade controllate. Questa mattina, in via Sodano, a Sarno, carabinieri e polizia in forze per controllare Matteo Serino, figlio del boss Aniello Serino, detto O’Pope, in carcere da ben 18 anni.



Il figlio del boss Serino torna a casa per un “permesso premio”. Scorta e strade controllate

Il rampollo della famiglia è stato accompagnato a casa di una zia, sorvegliato da agenti della polizia penitenziaria, in permesso premio per stare con i parenti più stretti.

Resterà lì per due ore. Poi ritornerà in carcere a scontare la sua pena.



Chi è Matteo Serino

Matteo Serino sta scontando una condanna a 23 anni per omicidio.

Nel 2002 venne arrestato insieme ad altre tre persone per l’omicidio del camionista Carmine Nappi, avvenuto a Palma Campania l’8 luglio del 2000. L’uomo, incensurato, fu ucciso in pieno centro abitato a bordo del suo automezzo mentre si trovava in compagnia di un bambino di tre anni.

Nonostante alcuni motivi di gelosia l’omicidio era da ritenersi inserito, secondo gli inquirenti, nell’ambito delle finalità proprie della criminalità organizzata.

Matteo Serino, avrebbe infatti organizzato il delitto al fine di dimostrare alla criminalità locale le capacità delinquenziali del suo gruppo ed ottenere così rispetto e sostegno.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button