Cronaca

Bambina giù dalla finestra a Fisciano: il padre subito a processo

Il 40enne G.D.A è accusato di tentato omicidio

Il padre della bambina caduta dalla finestra Fisciano finisce a processo. Il 40enne G.D.A. deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio dopo i fatti dello scorso 30 ottobre, quando avrebbe lanciato la figlia di due anni dalla finestra di un bagno di servizio come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Fisciano, bambina giù dalla finestra: padre a processo per tentato omicidio

La Procura di Nocera Inferiore, dopo il deposito della perizia che ha ricostruito lo stato mentale dell’uomo, ha subito chiesto il giudizio immediato per il 40enne. Il consulente nominato dall’organo inquirente ha depositato una perizia in cui fa riferimento alla incapacità di intendere e di volere del 40enne. In ragione di ciò, il processo potrebbe anche chiudersi già dinanzi al gip.

Fisciano, bambina lanciata dalla finestra: padre scarcerato e trasferito

A inizio dicembre, il padre della bambina lanciata dalla finestra a Fisciano è stato scarcerato per poi essere trasferito al Rems, ovvero la residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza. Questa la misura disposta nei confronti del 40enne accusato di aver lanciato la figlia di due anni dalla finestra della sua abitazione a Fisciano.

La bambina ne è uscita miracolosamente illesa, nonostante la caduta dal terzo piano e da un’altezza di circa dieci metri. Il nuovo provvedimento è stato emesso lo scorso 7 dicembre dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore, accogliendo la richiesta del pubblico ministero dopo la perizia espletata dal consulente d’ufficio.

Articoli correlati

Back to top button