Fisciano, esibizione del neomelodico Pandetta: denunciati i gestori del locale

fisciano-concerto-pandetta-denunciati-gestori

Fisciano, esibizione del neomelodico Pandetta: denunciati i gestori del locale. I carabinieri indagano sulla possibile presenza di altri pregiudicati

Fisciano, concerto del neomelodico Pandetta: denunciati i gestori del locale. I carabinieri indagano sulla possibile presenza di altri pregiudicati.

Le indagini sul concerto di Pandetta a Fisciano

Le forze dell’ordine hanno denunciato i gestori del locale che avrebbero consentito al cantante nemelodico pregiudicato, Niko Pandetta, di tenere una sorta di concerto a Fisciano senza le dovute autorizzazioni (così come denunciato dal consigliere regionale Borrelli).

Come riporta “Il Mattino”, sono state infatti elevate sanzioni amministrative di oltre mille e cinquecento euro ai gestori del locale, con una denuncia penale che tra l’altro prevede anche l’arresto fino a sei mesi. Adesso, i carabinieri hanno esteso le indagini e stanno studiando le immagini di videosorveglianza per comprendere se al momento dell’esibizione fossero presenti altri pregiudicati.

Non è un caso che proprio il cantante Pandetta sia noto per i suoi precedenti penali e per essere il nipote del boss Turi Cappello. I vigili urbani hanno intanto ordinato al locale di annullare tutti gli eventi previsti per San Silvestro, dato che non è stata riscontrata alcuna autorizzazione.

Il caso

“Il Mattino” e la collega Paola Florio raccontano che il concerto di Pandetta sia stato particolarmente dedicato ai “fratelli” carcerati, tutti reclusi al 41 bis. Ma la cosa che avrebbe reso il tutto più inquietante sarebbe stata anche un’ulteriore dedica a un individuo di Baronissi finito dietro alle sbarre per tentato omicidio.

Il tutto era stato denunciato e segnalato nei giorni scorsi dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

TAG