Senza categoria

Francesco Di Bella al Metropol di Cava de’ Tirreni con “Parole su Nuova Gianturco”

CAVA DE’ TIRRENI. Grande evento a poche settimane dalla riapertura del Metropol. Nell’area lounge bar della sala  cinematografica sabato 1 aprile si terrà l’intervista a Francesco Di Bella, eclettico cantautore napoletano che ha conquistato la scena nazionale coi suoi 20 anni di carriera. La serata si svilupperà tra parole e musica per raccontare “Nuova Gianturco”, l’ultimo lavoro dell’ex cantante dei 24 Grana che a quelle sonorità è ritornato con questo ultimo lavoro dopo un momento più intimista raccolto in “Ballads”.

Nelle dieci tracce, interpretate in collaborazione con nomi importanti come Neffa, O’ Zulù, Gnut, Senigallia e Dario Sansone, anche produttore dell’album, Di Bella racconta di una nuova fotografia di Napoli e dei suoi personaggi le cui storie sono sopravvissute alla modernità, hanno superato la delusione di promesse di riscatto, di sviluppo, di progresso mai mantenute ed hanno trovato  la necessaria forza facendo della sorte comune e della sua narrazione un esorcismo collettivo di sopravvivenza.

In “Nuova Gianturco” il ragazzo che “sta ‘e cas for” è l’emigrante contemporaneo che nostalgicamente ricorda la Napoli che ha dovuto abbandonare per trovare lavoro spostandosi di pochi chilometri o cambiando Paese. Al contrario “Aziz” è l’immigrato clandestino che è scappato dalla propria terra in cerca di fortuna, ma non trova in Italia nulla del Belpaese di cui gli avevano parlato. “Tre Nummeriell”, “Blues Napoletano” e “Brigante se more” rappresentano le nuove versioni delle tradizioni partenopee, dalla speranza di una vita nuova regalata dal gioco del lotto, al racconto dell’anima nera che unisce quella napoletana con le anime blues di tutto il mondo, al ricordo di un’unificazione nazionale subita e ad oggi non ancora interiorizzata. I brani “Guardate fore”, “Na bella vita” e “Non ho più tempo” descrivono uno spaccato moderno di persone comuni impegnate nella quotidiana arte di arrangiarsi o imbottigliate nel traffico di quartieri che di notte sono deserti. Infine “Gina se ne va”, sulla cui descrizione Di Bella si sofferma sempre poco ma dalla quale traspare la figura tormentata di una donna che trova la forza di sopravvivere ogni giorno al “male ‘e l’anema”.

Dunque un’ottima occasione questa offerta dal Cinema Metropol, sabato 1 Aprile alle ore 20:30,  per ritrovare il cantautore oppure per riscoprirlo con due piacevoli ore di musica e parole. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare lo 089343556 oppure visitare il sito www.metropolcavadetirreni.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button