Franco illude, Ardemagni gela l’Arechi. È parità tra Salernitana e Perugia

Terzo pareggio consecutivo per la Salernitana. I granata vengono stoppati dal Perugia tra le mura amiche. Gli uomini di Torrente si portano in vantaggio con Franco ma Ardemagni gela l’Arechi ad inizio ripresa. Un punto a testa che non fa male a nessuno: la società avente il cavalluccio sul petto, ora, è fuori dalla zona play-out.

PREVIEW – Emergenza totale per gli uomini di Torrente che non può disporre di sei potenziali titolari ed inserisce quattro under in campo. Oltre a Strakosha (’95), Empereur (’94) e Odjer (’96) già preventivati, spazio al primo minuto per Milinkovic (’94). In panchina Troianiello. Bisoli, tecnico del Perugia, conferma il 4-2-3-1 delle ultime uscite con Zebli e Della Rocca centrali e il tridente Fabinho-Zapata-Lanzafame alle spalle di Ardemagni.

PRIMO TEMPO – Partita scoppiettante sin dai primi frangenti. La Salernitana sfiora il vantaggio dopo una manciata di secondi dal calcio d’inizio: Sciaudone fa breccia sulla difesa ospite ma Rosati chiude lo specchio della porta all’ex Bari. La risposta degli umbri non si fa attendere: al quinto, Lanzafame salta Lanzaro ed entra in area di rigore a tutta velocità. Colombo in extremis, grazie ad una diagonale perfetta, arpiona l’ala in un tackle che l’arbitro decreta regolare tra le proteste dei calciatori ospiti.

Dodicesimo minuto: grandissimo filtrante di Coda per Sciaudone. La conclusione del centrocampista è perfetta ma Rosati si oppone con le dita deviando il tiro sulla traversa. Sulla ribattuta Gabionetta viene murato da Alhassan in angolo. Ancora Perugia, assist di Lanzafame che spacca in due la difesa della Salernitana, Ardemagni sciupa clamorosamente davanti a Strakosha. Lanzaro non ce la fa: lo stopper ex Saragozza alza bandiera bianca. Primo cambio per i padroni: al posto entra Franco. Ammonito Pestrin per un brutto fallaccio su Fabinho.

Vantaggio granata al 24esimo: azione insistita della Salernitana, Gabionetta scodella al centro dell’attacco un buon cross per la testa di Franco che grazie ad una deviazione involontaria di Lanzafame sigla il suo secondo goal stagionale. Rete fortuita per il terzino granata, quest’oggi impiegato come centrale difensivo.

Anche il Perugia è costretto ad operare un cambio: Zapata avverte dolore, lo sostituisce il giovanissimo Parigini, classe 1996. La Salernitana si porta in avanti con Coda ma il suo tiro-cross è telefonato. I Grifoni si fanno notare con Fabinho la cui conclusione dal limite termina al lato. A due minuti dalla fine della prima frazione, sugli sviluppi di un corner, Del Prete prova al volo la conclusione. Il tiro si spegne a lato, deviato da un difensore granata. Dopo due minuti di recupero, l’arbitro Pasqua termina la conclusione della prima frazione. Partita piacevole, giocata ad alti ritmi da parte di entrambe le squadre.

SECONDO TEMPO – Confermati gli stessi ventidue in campo. Il Perugia trova la via del pareggio dopo centottanta secondi. Lanzafame apre per Parigini che dalla sinistra mette al centro un cross preciso per la testa di Ardemagni. Il centravanti milanese anticipa Empereur e buca Strakosha. Secondo cambio forzato per il Perugia al decimo minuto: Parigini, subentrato a sua volta per sostituire Zapata, avverte un problema alla schiena. Al suo posto Spinazzola. Gli umbri accelerano. Cross di Fabinho e rovesciata tentata da Ardemagni che toglie letteralmente la palla sulla testa di Spinazzola, compagno meglio posizionato. Il gesto balistico dell’ex Modena è fine a sé stesso.

La Salernitana arretra il baricentro, Torrente adopera il secondo cambio, con Troianiello al posto di Sciaudone e il passaggio dal 4-3-3 al 4-4-2. Empereur sbaglia l’intervento su Spinazzola. L’italo-brasiliano strattona l’avversario e per Pasqua è giallo. Sulla punizione dai 25 metri il tiro di Lanzafame è alto di poco. Al ventitreesimo terzo ed ultimo cambio per la Salernitana. Torrente richiama in panchina Milinkovic (molto lezioso) e manda in campo Donnarumma. Un cambio che scombina gli equilibri. Stavolta l’inerzia del match è a favore dei padroni di casa: al ventiseiesimo ci prova Pestrin con un tiro dalla distanza che termina alto sulla traversa. Poco dopo altro pericolo per la porta umbra con Gabionetta che prova la conclusione al volo dal vertice dell’area ma la sfera termina a lato.

Il Perugia si fa notare alla mezzora con Ardemagni che cicca clamorosamente la conclusione solo davanti a Strakosha. Granata nuovamente pericolosi con una splendida conclusione dal limite di esterno sinistro di Coda. Rosati con un tuffo vola a deviare in angolo il pallone. Fabinho si stira e Bisoli è costretto ad effettuare l’ultimo cambio. Entra Drolè. Al quarantesimo l’occasione che grida vendetta per la Salernitana: azione importante sulla catena destra. Anticipo secco di Colombo che scarica per Gabionetta. Strappo dell’esterno brasiliano che serve un assist d’oro per Coda. Il centravanti ex Parma conclude fiaccamente con Rosati che blocca agevolmente.

Azione da “Mai Dire” al quarantaduesimo in area di rigore della Salernitana. Ping-pong continuo: Strakosha salva miracolosamente su Della Rocca, la palla permane lì con Volta che spara clamorosamente oltre la traversa a porta vuota. Ultimo brivido finale lo regala su punizione Gabionetta. Una gomito alto ostacola la conclusione diretta in porta dal brasiliano. L’arbitro lascia correre. Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio. Pareggio giusto all’Arechi, Salernitana meglio nel primo tempo. Nella ripresa ha subito la reazione veemente degli ospiti concretizzata con la rete di Ardemagni.

TABELLINO SALERNITANA – PERUGIA 1-1
SALERNITANA (4-3-3)
: Strakosha; Colombo, Lanzaro (16′ pt Franco), Empereur, Rossi; Sciaudone (13′ st Troianiello), Pestrin, Odjer; Milinkovic (23′ st Donnarumma), Coda, Gabionetta. A disposizione: Terracciano, Trozzo, Pollace, Nappo, Arcaleni, Perrulli. Allenatore: Torrente.

PERUGIA (4-2-3-1): Rosati; Del Prete, Volta, Belmonte, Alhassan; Della Rocca, Zebli; Zapata (30′ pt Parigini) (10′ st Spinazzola), Lanzafame, Fabinho (35′ st Drolè); Ardemagni. A disposizione: Zima, Rossi, Taddei, Comotto, Mancini, Di Carmine. Allenatore: Bisoli.

Arbitro: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli
Rete: 24′ pt Franco, 3′ st Ardemagni
Ammoniti: Pestrin, Rosati, Empereur, Rossi
Recupero: 2′ pt – 4′ st

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button