Cronaca

Fu dimessa e morì d’infarto, condannato medico negligente

SCAFATI. È stato condannato a nove mesi di reclusione con pena sospesa e una multa di ventimila euro il dottor Nicola Forte, accusato di condotta colposa e negligenza per la morte di Chiara Sagliano.

La donna morì all’ospedale “Mauro Scarlato” di Scafati mentre il medico era in servizio il 12 settembre 2007. La donna faceva la barista a Pagani, si era sentita male eppure fu dimessa, nel giro di poche ore morì.

Il giudice Raffaele Donnamura lo ha ritenuto colpevole di non aver utilizzato la diligenza richiesta alla sua professione per salvare la donna.

Quando arrivò all’ospedale, infatti, il personale non praticò gli esami necessati e i familiari denunciarono il fatto alla magistratura.

(Articolo tratto da La Città)

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio