Salerno, l’ultimo saluto a Marta Naddei: “Aveva occhi che parlavano”

funerali-marta-naddei-salerno-29-dicembre

I funerali di Marta Naddei: folla commossa per l'ultimo saluto. Presenti parenti, amici e colleghi, i quali hanno accolto il feretro in un silenzio surreale

Si sono tenuti ieri i funerali di Marta Naddeila giornalista 33enne deceduta sabato 28 dicembre in seguito ad un incidente nella notte. Una folla commossa ha tributato l’ultimo saluto ad una giovane ma valida operatrice dell’informazione, ben voluta da tutti per il suo sorriso e la sua serietà professionale.

I funerali di Marta Naddei

Presenti parenti, amici e colleghi, i quali hanno accolto il feretro prima in un silenzio surreale, poi con un applauso commosso. La bara è stata coperta con fiori, il giornale con la sua foto in prima pagina e una maglia dell’Alma Salerno, squadra di calcio a cinque di cui ricopriva l’incarico di addetto stampa.

L’omelia

Don Sabatino Naddeo, nella sua omelia, ha ricordato Marta Naddei: “Da stamattina penso a cosa dire. Ho visto giornali e telegiornali e ho capito cosa è stata Marta per tutti noi. L’ho conosciuta una sera, era presa dal suo lavoro. Aveva davvero gli occhi che parlavano”.

I ricordi

In tanti, come sottolinea Il Mattino, hanno ricordato Marta, a partire da Ottavio Lucarelli – presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania – il direttore di Le Cronache, Tommaso D’Angelo e l’amico e collega Andrea Pellegrino.

TAG