Cronaca

Furto di sigarette ad un tabaccaio di Salerno: arrestato il colpevole

L'autore del furto è stato arrestato e condotto ai domiciliari

Furto di sigarette ad un tabaccaio di Salerno, derubato mentre stava scaricando la merce che aveva appena acquistato. Il rivenditore, dopo aver acquistato svariate stecche di sigarette, era stato seguito da un’auto, fin nei pressi della sua rivendita. Qui, mentre scaricava il primo dei tre imballaggi dalla propria auto, due uomini a bordo di una Fiat Panda di colore nero, si erano appropriati dei restanti pacchi, dandosi alla fuga. L’autore del furto, Vincenzo Cario, è stato arrestato e posto ai domiciliari.

Salerno, furto di sigarette: arrestato il ladro

Nella mattinata di ieri, gli Agenti della Polizia di Stato della Questura di Salerno hanno arrestati Cario Vincenzo, accusato di furto, a seguito della denuncia di un esercente salernitano, proprietario di una rivendita di tabacchi.

Il furto in pochi secondi

L’ordinanza è stata emessa a seguito delle indagini effettuate dopo la denuncia, da parte del tabaccaio, per il furto di due grandi scatole contenenti tabacchi, nello specifico 129 stecche di sigarette, che si trovavano all’interno dell’auto dell’uomo, dopo l’acquisto fatto per la propria rivendita di Tabacchi. Quest’ultimo, senza accorgersene, era stato seguito da un’altra autovettura fin nei pressi della propria rivendita di Salerno e qui, mentre scaricava il primo dei tre imballaggi dalla propria vettura, due uomini a bordo di una Fiat Panda di colore nero si impossessavano dei restanti pacchi dandosi alla fuga.

Il furto ripreso dalle telecamere

L’autovettura utilizzata per il furto era stata ripresa dai sistemi di videosorveglianza autostradali e locali: il veicolo era stato noleggiato, per i soli tre giorni, utili a commettere il furto, da Cario Vincenzo, pregiudicato per reati specifici.

Arresti domiciliari

L’uomo, durante l’interrogatorio, aveva fornito una versione dei fatti assolutamente inattendibile. Pertanto, considerato l’attualità del pericolo, la gravità della violazione e il rischio di recidiva, il GIP del Tribunale di Salerno ha ritenuto necessario per Cario l’applicazione della misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

 

Articoli correlati

Back to top button