Cronaca

A giudizio l’autista coinvolto nell’incidente che costò la vita a 3 uomini

Si è svolta ieri, presso il Tribunale di Lagonegro, l’udienza preliminare del processo a carico di Salvatore Nardone, il camionista di Formia coinvolto nel tragico incidente stradale che il 23 dicembre del 2016 costò la vita a Tonino Petrone, Serafino Cicchetti e Tonino Schettino, tre uomini di Atena Lucana, lungo la Strada Statale 598.

Dopo un’ampia discussione in aula il Gip ha deciso per il rinvio a giudizio di Nardone. L’udienza davanti al giudice monocratico, la dottoressa Viterale, si terrà il 21 maggio del 2019. A difendere in aula i familiari di Tonino Schettino, che quella tragica sera era al volante della Scenic, l’avvocato Demetrio Ricciardone.

Ricordiamo che il camion guidato da Nardone si scontrò con la Renault Scenic con a bordo i tre amici. Per questi a nulla valsero i soccorsi, erano morti infatti sul colpo.



Lo scorso anno la Procura della Repubblica di Lagonegro, dopo la consulenza medico legale e quella tecnica, ha fissato l’udienza preliminare del procedimento a carico del camionista che è imputato in base all’articolo 589 bis- 1° e 8° comma per omicidio colposo con l’aggravante del numero di vittime. L’uomo non guidava sotto l’effetto di alcool o sostanze stupefacenti ma gli viene contestata la velocità non adeguata alla tipologia di strada, alla scarsa visibilità dovuta alla tarda ora e al mezzo condotto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button