Cronaca

Giunta azzerata e ritiro delle deleghe dopo l’inchiesta choc e gli arresti

CAVA DE’ TIRRENI. Il sindaco azzera la giunta e ritira le deleghe ai consiglieri comunali. Succede a Cava de’ Tirreni la decisione avviene dopo l’arresto di 14 persone.

Il sindaco Vincenzo Servalli, azzera la giunta comunale e ritira le deleghe ai consiglieri comunali dopo che 14 persone sono state arrestate con l’accusa di estorsione ed usura. Il procuratore di Salerno, Corrado Lembo, commentando l’inchiesta, ha fatto riferimento ad allarmanti relazioni di questi criminali con le forze di polizia ed esponenti delle Istituzioni locali.



Le dichiarazioni di Servalli

«Il procuratore è persona di grande esperienza e professionalità, per cui il suo allarme non può essere ignorato», ha spiegato in una nota Servalli, anche se «nessun esponente della nostra amministrazione è stato raggiunto da alcun provvedimento». Il sindaco ha ritenuto «doverosa una riflessione attenta sul monito della Procura a cui confermo massima disponibilità e collaborazione»

Per questo «ho deciso di azzerare la giunta e di ritirare le deleghe ai consiglieri, nella consapevolezza che quest’amministrazione si è voluta, vuole e vorrà distinguersi per la trasparenza e l’onestà dei comportamenti, valori a cui ho permeato tutta la vita».

Articoli correlati

Back to top button