Guerra tra paesi del Cilento per le “patane e cicc”. A Monte San Giacomo interviene il sindaco

Monte San Giacomo in rivolta per uno stand a Sassano. “Patan e cicc non si toccano” è l’hashtag coniato e usato da alcuni cittadini

Guerra a colpi di arte culinaria e tradizioni tra i comuni di Monte San Giacomo e Sassano. Alla base della lite “Patan e Cicc”, piatto della tradizione culinaria di Monte San Giacomo. Durante una sagra allestita a Sassano, è stato esposot un cartello davanti allo stand che serviva la pietanza con la dicitura “Patan e cicc r’ Sassano”. Le foto hanno presto fatto il giro dei social, scatenando l’ira di tanti cittadini di Monte San Giacomo e persino del sindaco e dell’amministrazione comunale.

La notizia è stata riportata da La Città, in un articolo a firma di Erminio Cioffi.

Patan e cicc non si toccano” è stato l’hashtag utilizzato da chi ha voluto commentare e partecipare alla battaglia tra i due comuni.

Patan e cicc non si toccano

Il piatto, a base di patate e fagioli sarebbe stato “rubato” da qualcuno nel Comune confinante. A dare fuoco alle polveri è stato uno stand allestito durante la “Sagra delle sagre” in corso di svolgimento in questi giorni nella “Città delle orchidee”.

A far andare su tutte le furie diversi cittadini di Monte San Giacomo è stato il cartello affisso davanti allo stand che serve la pietanza: “Patan e cicc r’ Sassano”. Come era prevedibile, a fare da cassa di risonanza alla polemica è stato Facebook dove qualcuno ha pubblicato la foto dello stand incriminato: è così partito il valzer dei commenti e delle condivisioni.

Il messaggio del Comune di Monte San Giacomo

Il Comune di Monte San Giacomo ha ritenuto opportuno diramare una nota stampa sulla vicenda che infiamma la guerra tra i due comuni del Cilento.

In merito alla presenza del piatto “patan e cicci Sassano” in vendita alla sagra delle sagre, l’Amministrazione Comunale ritiene opportuno e necessario ricordare che tale piatto viene cucinato, secondo una antichissima tradizione della cucina locale, solo a Monte San Giacomo e con alimenti di esclusiva produzione paesana.

Si tratta, infatti, di un unicum, di un piatto povero che da ben 35 anni viene promosso attraverso una apposita sagra, che si svolge nel periodo natalizio e che è la sola sagra che si svolge nel nostro territorio comunale. A prescindere dalle questioni normative, sarebbe stato perciò giusto, da parte degli organizzatori della suddetta manifestazione, evitare di proporre il nostro piatto tipico attribuendolo ad altri comuni.

Questo, naturalmente, non per anacronistici campanilismi ma solo per il dovuto rispetto alle nostre tradizioni locali, che sentiamo il dovere di tutelare.

Ci auguriamo, pertanto, che gli organizzatori si attivino immediatamente per evitare di alimentare altre polemiche che certamente non fanno bene al nostro territorio.

Il Sindaco e l’amministrazione comunale


Patan e cicc

Patan e cicc è il piatto tipico di Monte San Giacomo. È un pesto di patate e fagioli stufati cui viene aggiunta della paprica. La sua origine si perde nell’antica cultura gastronomica della comunità locale che ha esportato questa particolarissima pietanza in tutto il mondo.

Il piatto viene celebrato ogni anno nell’omonima sagra (28 e 29 dicembre).

TAG