Guida in stato d’ebbrezza: sanzione nulla se l’etilometro non è tarato

amalfi-guida-ebrezza-droga-denunce

Una sanzione per guida in stato d'ebbrezza è considerata nulla se sul verbale non è indicato che l'etilometro è omologato e tarato

Una sanzione per guida in stato d’ebbrezza è considerata nulla se sul verbale non è indicato che l’etilometro è omologato e tarato. Lo ha stabilito la Cassazione.

Una sentenza della Cassazione annulla sanzioni per guida in stato d’ebbrezza, se l’etilometro non è tarato

Importante sentenza della Cassazione sulla guida in stato d’ebbrezza: stop alla sospensione della patente e ad ogni sanzione conseguente se il verbale non riporta che l’etilometro è omologato e tarato.

Per la Cassazione il verbale è da ritenersi nullo perché è il regolamento d’esecuzione del Codice della Strada a prevedere le verifiche presso il CSRPAD (Centro Superiore Ricerche Prove Autoveicoli e Dispositivi) del Ministero dei Trasporti. È l’ente accertatore che deve provare già nel verbale di aver svolto tutti gli adempimenti in quanto fatti costitutivi della pretesa sanzionatoria.

La certezza del diritto, quando si tratta di accertamenti effettuati con strumenti elettronici o meccanici, sussiste solo quando gli stessi strumenti sono sottoposti a omologazione, controlli e verifiche periodiche. E la pubblica amministrazione ha obbligo di certificare e dimostrare di aver effettuato verifiche e controlli sulle strumentazioni. Una sentenza simile fu adottata in merito alle sanzioni adottate attraverso l’autovelox.

Se nel giudizio di opposizione alla sanzione amministrativa, il contravventore critica l’attendibilità della misurazione, non può che ricadere a carico della pubblica amministrazione l’onere di provare il buon funzionamento dell’apparecchio.

Nel caso in questione, al trasgressore era stata contestata la violazione dell’articolo 186, secondo comma, lettera a) che non costituisce reato, ma comporta pur sempre la «sospensione della patente di guida da tre a sei mesi».

Gli etilometri devono essere omologati dalla Motorizzazione civile in base alle verifiche compiute dal Csrpad, il centro prove del Ministero dei Trasporti, e sottoposti alla taratura annuale: l’esito positivo va annotato sul libretto di accompagnamento dell’apparecchio.

 

TAG