Cronaca

Hacker prendono di mira aziende salernitane, 12 denunce

Hacker prendono di mira aziende salernitane, 12 denunce.


Gli hacker prendono di mira le aziende e gli studi professionali salernitani, ben 12 sono state le denunce di attacchi estorsivi fatte alle forze dell’ordine.

Secondo quanto riporta Il Mattino, le aziende colpite si ritrovano infettate dal virus Kriptoki. L’evoluzione del cryptolocker, il classico ransomware (letteralmente riscatto della merce) che riesce a criptare il contenuto del pc finché non si paga un riscatto.

Non si parla più di allegati a email che penetrano nei sistemi di protezione bensì di un’intrusionefisica” nelle macchine informatiche delle vittime. Dopo l’attacco i cybercriminali procedono a crittografare tutti i file, formato Pdf, Word, Excel e via dicendo.

Gli hacker pretendono 2,5 Bitcoin per sbloccare i documenti. Un Bitcoin, la cosiddetta criptomoneta, viene scambiato a circa 3mila euro che, moltiplicati per 2,5, fa 7mila e 500 euro.


 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button