Senza categoria

Il cane incatenato per 2 anni, ora è libero: Boris cerca una casa

Il cane si chiama Boris, e nella sua vita ne ha passate tante, è stato per 2 anni incatenato. La sua sofferenza gli ha lasciato segni sul collo, molto denutrito ed impaurito non sa cosa possa essere l’amore umano. Un contadino lo manteneva in condizioni di degrado, a sottrarlo sono stati i volontari dell’associazione zoofila rocchese “Dalle Zampe al Cuore”.

Come racconta il portale SalernoToday, i volontari si sono presi cura di Boris, e l’hanno curato e nutrito. Ora il cane sta bene, è ben nutrito, vaccinato, microchippato e cerca una casa. Chiunque fosse interessato all’adozione di Boris, può contattare l’associazione su Facebook.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto