Cronaca

Il sindaco Aliberti è discorde con l’assegnazione del nuovo incarico di Bruno Di Nesta

SCAFATI. Il presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Carfora con decreto n.10 del 5 dicembre 2014 ha nominato l’avvocato Bruno Di Nesta, direttore generale della Provincia di Salerno. In merito all’assegnazione del suddetto incarico, il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti, dichiara: “La Provincia può essere considerata un Ente di II livello e i Comuni sono diventati soci associazionisti dello stesso Ente che ormai non elegge più il proprio Presidente sottoponendosi al voto e alle preferenze dei cittadini. Nei nostri territori la Provincia continua ad essere assente: dovrebbe occuparsi del degrado delle strade e delle scuole e, invece, ci ritroviamo come primo atto di Carfora-Presidente la nomina scandalosa di un Direttore Generale a cifre inaudite. Un vero schiaffo alla spending review! Vergognosa operazione approvata dallo stesso sindaco di Salerno che, da un lato si pone come tribuno della plebe e grida all’austerità ma nella pratica non perde occasione per inserire i suoi amici di partito in ruoli di rilievo. Carfora, in qualità di Presidente della Provincia, dovrebbe dimostrare più autonomia e ragionare, invece, aldilà delle appartenenze di partito. L’avvocato Di Nesta, tra le varie, è incompatibile con il ruolo che gli stato conferito dal Presidente (è anche presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Farmaceutico Intercomunale) e non mi risulta siano arrivate le sue dimissioni.
Per tutte queste motivazioni a tutti i sindaci della provincia di Salerno chiederò di produrre nei loro consigli comunali un atto di indirizzo per chiedere con forza la revoca dell’avvocato Di Nesta dall’incarico di DG, che occupa già in Provincia un ruolo apicale, e la nomina in quel ruolo, laddove dovesse servire, di un dipendente della Provincia, viste le tante professionalità che l’ente ha dimostrato di avere già in pianta organica. Il risparmio deve essere l’obiettivo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button