Cronaca

Incendio a Battipaglia: al via il monitoraggio dell’aria

Dopo l’incendio di sabato scorso a Battipaglia, che ha distrutto tonnellate di rifiuti non pericolosi nel sito di stoccaggio dell’area industriale, l’Arpac ha avviato il monitoraggio dell’aria e del suolo.

Incendio a Battipaglia, Arpac avvia il monitoraggio dell’aria

Arpac ha emesso una nota in cui viene specificato che, fin dal primo pomeriggiodi sabato, e fino alle ore 20 circa, il vento ha soffiato in direzione Sud Ovest – Nord Est spingendo i fumi in direzione del territorio comunale di Eboli.

Nella sera di sabato, invece, il vento è diminuito e la colonna di fumo ha soffiato in direzione subverticale.

Il laboratorio mobile

L’Arpac ha provveduto a posizionare, nei pressi dell’area dell’incendio, un laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria.

Il laboratorio esaminerà la presenza di diversi inquinanti, tra cui polveri sottili, metalli e idrocarburi policiclici aromatici (IPA).

Inoltre, in un’area vicina all’incendio, sono posizionati campionatori passivi per determinare diversi parametri, tra cui ossidi di azoto, biossido di zolfo e composti organici volatili. Sono stati anche anche otto campioni di terreno superficiale in aree non pavimentate, collocate lungo la direzione di massima diffusione dei materiali sprigionati dall’incendio.

I risultati del monitoraggio saranno diffusi nei prossimi giorni.

Articoli correlati

Back to top button