Cronaca

In fiamme l’autoparco nel Salernitano, indagato un ladro 24enne: è stato pizzicato dalle telecamere

Il giovane stava per compiere un furto ma un arnese ha provocato una scintilla

L’incendio nell’autoparco a San Valentino Torio non è stato accidentale: dalle telecamere di video sorveglianza è stato beccato un giovane che stava per compiere un furto, ora è indagato. Secondo una prima ricostruzione, un arnese avrebbe provocato una scintilla e le fiamme si sarebbero propagandate in breve tempo distruggendo il parcheggio con i camion.

Incendio a San Valentino Torio, indagato un ladro

Secondo quanto riportato dal Mattino, un giovane di Sant’Egidio del Monte Albino, di 24 anni, è ora indagato di aver provocato il rogo di sabato scorso all’interno di un parcheggio di via Curti. Il ragazzo, individuato e denunciato, stava per compiere un furto ma qualcosa non è andato per il verso giusto.

L’arnese che stava maneggiando ha provocato una scintilla che ha scatenato il principio d’incendio. Ancora al vaglio degli inquirenti la dinamica di come il ladro si sia intrufolato. A beccarlo sono state le telecamere di videosorveglianza: le immagini lo ritraggono mentre armeggia vicino ad una cisterna di olio a ridosso di un furgono. Sarebbe accusato di incendio doloso.

San Valentino Torio, incendio in un deposito di carburanti

Rogo di vaste proporzione sviluppato nella mattinata di oggi, intorno alle 10:30, in una zona al confine con Sarno. Un deposito di carburanti è andato in fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, carabinieri e ambulanze.

La dinamica

Un deposito di circa mille metri quadrati, ubicato in via Curti, è stato avvolto dalle fiamme. Le lingue di fuoco hanno poi causato lo scoppio delle cisterne di carburanti sprigionando una nube densa e nera visibile a chilometri di distanza.

Le forze dell’ordine e la protezione civile che si trovano sul posto hanno fatto evacuare numerose famiglie che abitano nella zona. Anche il sindaco invita i cittadini a tenere chiuse le finestre e balconi e di non uscire di casa se non è necessario.

L’intervento dei vigili del fuoco

La sala operativa dei vigili del fuoco di Salerno nell’immediatezza ha inviato la squadra di
Sarno, Nocera e Mercato San Severino, con il supporto di tre automobili dalla sede centrale. Arrivata la prima squadra sul posto considerata l’entità dell’incendio, in quanto si era propagato
ad un’area adiacente adibita deposito di autocarri di circa 15.000 metri quadri, con circa 100 autoveicoli all’interno, hanno richiesto ulteriore supporto.

Sono state inviate sul posto squadre del comando di Napoli e automezzi speciali dal Comandi di Napoli ed Avellino, per attuare una strategia massiva di attacco all’incendio, difatti l’incendio è stato confinato estinto in circa tre ore.

Sono in corso le analisi dell’Arpac sui controlli della qualità dell’aria

I tecnici dell’Agenzia hanno attivato, nei pressi del sito interessato dall’evento, un campionatore per la rilevazione delle concentrazioni di metalli pesanti, idrocarburi policiclici aromatici e polveri sottili dispersi in atmosfera, affiancato da un campionatore ad alto volume per la determinazione di diossine e furani dispersi in atmosfera. Allo stato è prevista un’attività di campionamento fino alla giornata di domani, che potrà prolungarsi nel tempo ed eventualmente estendersi ad altre matrici ambientali sulla base dei risultati acquisiti e dell’evoluzione delle condizioni meteo. I primi risultati saranno diffusi non appena disponibili.

L’Agenzia collabora con le autorità competenti in ordine alle prescrizioni di tutela ambientale utili. In particolare, Arpac ha fornito indicazioni per il contenimento delle acque di spegnimento all’interno del sito, al fine di impedire che esse confluissero in un vicino canale, oltre che per la gestione dei rifiuti generati dalla combustione. Le acque di spegnimento saranno gestite come rifiuti liquidi da ditte all’uopo autorizzate.

Articoli correlati

Back to top button