Cronaca

Tragico incidente sull’A1 Milano Napoli, muoiono nonno e nipote 12enne: erano di Angri

Tragico incidente stradale sull’A1 Milano-Napoli: nonno e nipote di 12 anni di Angri hanno perso la vita. Verso le ore 12:30 circa sull’autostrada tra Cassino e Caianello, in direzione di Napoli, la moto sulla quale viaggiavano le vittime è sbandata, per cause ancora da accertare, finendo contro il guardrail. Le vittime sono Domenico Alfano, 68 anni, e il nipotino Domenico.

Incidente sull’A1 Milano Napoli: morti nonno e nipote di Angri

Il 68enne ha perso improvvisamente il controllo del mezzo, che è andato schiantarsi contro il guardrail. Per nonno e nipote non c’è stato nulla da fare. Sono morti entrambi sul colpo, come confermeranno i soccorritori. I rianimatori dell’Ares 118 di Caserta, una volta sul posto, hanno potuto solo constatarne il decesso.

Nonno Domenico e il nipotino, avevano lasciato la Ciociaria meno di un’ora prima. Il 68enne di Angri era partito di buon’ora da casa, in sella al suo scooter per raggiungere Ceprano, in provincia di Frosinone, dove il nipotino viveva con la madre, separata dal figlio. Il 68enne avrebbe dovuto prendere il piccolo Domenico per ritornare insieme ad Angri, dove il bambino avrebbe trascorso qualche giorno di vacanza con il papà, i nonni ed i cuginetti.

Al momento non si conosce l’esatta dinamica dell’incidente; sono due le ipotesi sulle quali si concentra il lavoro degli investigatori: quella del malore, che avrebbe impedito a nonno Domenico di mantenere il controllo dello scooter, e quella del tamponamento da parte di un altro veicolo non ancora identificato.

Il cordoglio del sindaco di Angri

“Poche ore fa mi è giunta la notizia della tragica scomparsa di due nostri concittadini e per la quale è stato osservato un minuto di silenzio da tutto il consiglio comunale.

Lasciatemi esprimere tutto il cordoglio per i nostri conterranei, Nonno e Nipote, che ci hanno tragicamente lasciati.

Vi prego di unirci in preghiera e rigoroso silenzio per esprimere alla famiglia la vicinanza dell’intera cittadinanza di Angri.

Che la terra vi sia lieve.”

 

Articoli correlati

Back to top button