Cronaca

Enza e Greta, mamma e figlia morte in un incidente: la verità dal Gps delle auto distrutte

Gli investigatori analizzano i dati per ricostruire le dinamiche dell'incidente costato la vita a Enza e la piccola Greta

Gli investigatori sono al lavoro per ricostruire le dinamiche dell’incidente tra Eboli e Battipaglia, costato la vita ad Enza e la piccola Greta. Sarà fondamentale analizzare i dati registrati dal Gps e la scatola nera della Lancia Y, guidata dalla giovane mamma di 38 anni.

Enza e Greta, mamma e figlia morte in un incidente: proseguono le indagini

Gli agenti della polizia municipale di Eboli, come scrive anche l’odierna edizione de Il Mattino , hanno già richiesto i dati registrati dal Gps e dalla scatola nera alle compagnie assicurative e nei prossimi giorni tutto potrà essere più chiaro per ricostruire la dinamica dello schianto costato la vita alla mamma e la sua figlia.

Le ricostruzioni della tragedia

La 38enne stava percorrendo la statale con la figlia di appena 2 anni, quando è avvenuto lo schianto con un’altra auto. La bambina –  in seguito al violento impatto frontale tra la Lancia Y della madre ed una Fiat 500 – è stata ricoverata all’ospedale Santobono di Napoli. La Lancia avrebbe sbandato, finendo contro il guardrail e poi nell’altra carreggiata, scontrandosi così con la Fiat 500, diretta verso Battipaglia. Donna e figlia erano rimaste incastrate nell’abitacolo.

Le condizioni della piccola Greta erano apparse sin da subito molto gravi. La bimba era stata trasportata in elisoccorso all’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia, dov’era stata ricoverata nel reparto di Rianimazione e intubata, prima di essere trasferita nel pomeriggio di martedì 9 novembre, al Santobono di Napoli, dove purtroppo è deceduta.

Articoli correlati

Back to top button