Cronaca

A Cava de’ Tirreni chiude Rianimazione, un’infermiera: “Costretti a scegliere tra pazienti giovani e anziani”

Allarme di una infermiera: devono scegliere tra pazienti anziani e giovani. Caos a Cava de' Tirreni per la chiusura della rianimazione

Infermieri costretti a scegliere tra pazienti anziani giovani. L’allarme arriva da una infermiera di Cava de’ Tirreni: “Saremo costretti a scegliere quelli con maggiore probabilità di salvezza. Dovremo adottare il cosiddetto triage di guerra. Un metodo usato negli ospedali da campo durante i conflitti” ha detto l’infermiera Anna Barone nell’articolo a firma di Simona Chiariello sulle colonne de Il Mattino.

Infermieri devono scegliere tra pazienti anziani giovani, il racconto

“Non c’è solo Covid. Chiudere la rianimazione vuol dire privare una città come Cava non solo dell’attività operatoria, ma anche, anzi soprattutto, la possibilità di salvarsi in caso di un’ emergenza da codice rosso” ha spiegato la donna commentando la chiusura del reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cava de’ Tirreni. 

A Cava de’ Tirreni chiude la Rianimazione

Ha destato scalpore e suscitato polemiche la decisione della direzione generale del Ruggi di sospendere temporaneamente, per tutto il periodo dell’emergenza Covid, le attività del reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni. Il sindaco Vincenzo Servalli è finito nel mirino delle critiche delle opposizioni, pur avendo ottenuto rassicurazioni dal governatore De Luca in merito alla temporaneità della decisione.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button