Infiltrazioni d’acqua, chiude la piscina comunale

La chiusura doveva essere temporanea, per il tempo necessario ad attrezzare la piscina e riorganizzare il personale. Invece, alla luce delle problematiche emerse, resterà chiusa a tempo indeterminato

CAPACCIO PAESTUM. La notizia circola in modo ufficioso ormai da giorni. La tanto attesa riapertura della piscina comunale Poseidone non ci sarà. Lo scrive Il Mattino.

Purtroppo per ora non verrà riaperta la piscina, lo fa sapere l’Amministrazione comunale quando iniziò la vertenza con l’ati Afrodite che vinse la gara d’appalto e gestì la piscina attraverso la cooperativa Kerres.

Infiltrazioni d’acqua, chiude la piscina comunale

I sopralluoghi effettuati dai tecnici comunali hanno fatto emergere dei problemi nella struttura che potrebbero mettere a rischio l’incolumità degli utenti e per i quali sono necessari interventi risolutivi.

Una grande delusione per le centinaia di persone, tra cui anche i bambini, che in questi due anni hanno usufruito di quella struttura tanto attesa e inaugurata appena due anni fa. Però fin dai primi mesi dello scorso anno erano state tantissime segnalazioni, anche da parte della stessa cooperativa Kerres che aveva scritto al Comune. Alcuni dei problemi riguardavano anche le infiltrazioni di acqua piovana e i problemi ai pannelli di copertura interni che hanno iniziato a macchiarsi.

A quando la riapertura?

Come scrive Il Mattino, la chiusura della piscina è avvenuta a fine marzo, quando la Kerres ha dovuto restituire le chiavi al Comune dopo che il Tar, poi il Consiglio di Stato, avevano dato ragione all’ente che aveva revocato la gestione della piscina per «inadempienze contrattuali». La chiusura doveva essere temporanea, per il tempo necessario ad attrezzare la piscina e riorganizzare il personale. Invece, alla luce delle problematiche emerse, resterà chiusa a tempo indeterminato.

TAG