Cronaca

Inquinamento del fiume Solofrone: sanzioni per 12 opifici

Caso di inquinamento per il Solofrone: 12 opifici sono stati individuati e sanzionati per sversamenti illeciti di cromo all’interno delle acque del fiume.

Trovati elevati livelli di cromo nel Solofrone: 12 opifici sanzionati dalle forze dell’ordine

Durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina presso la Capitaneria di Porto di Agropoli, sono emersi i risultati di un’operazione della Guardia Costiera che ha portato alla scoperta di sversamenti illeciti nel fiume Solofrone, al confine tra Agropoli Capaccio Paestum, da parte di aziende site nell’area industriale di Agropoli, Cicerale ed Ogliastro Cilento.

Le attività degli addetti ai lavori hanno permesso di accertare un vero e proprio caso di inquinamento nelle acqua del fiume: è stata infatti riscontrata la presenza di cromo in quantità maggiori rispetto a quelle previste dai limiti della legge. Non a caso, stando agli esami Arpac, è emersa la presenza di materiali di solito contenuti nei calcestruzzi o nelle lavorazioni galvaniche. Alla fine, sono state individuate come responsabili dell’inquinamento del Solofrone alcune aziende delle aree citate, infatti, sotto i riflettori sono finiti 21 opifici di cui 12 sanzionati per reati ambientali: è stata contesta l’assenza di vasche di raccolta delle piogge e di sistemi di smaltimento dei fanghi.


Fonte: Info Cilento

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button