Politica

Intesa tra Comune e IACP per velocizzare sgomberi e assegnazioni case popolari

EBOLI. Proteste e rivendicazioni senza controllo rischiano di ingenerare un clima di false aspettative in relazione agli alloggi pubblici su suolo comunale e, per questo, il Comune di Eboli sembra aver raggiunto un’ intesa con l’ IACP per velocizzare il processo di sgombero e assegnazione delle case popolari.

Un clima che non aiuta la ricerca di trasparenza e legalità voluta dall’Amministrazione comunale anche nel campo dell’assegnazione degli alloggi pubblici, anche dell’IACP. «Per liberare un alloggio – specifica il vicesindaco con delega al Patrimonio, Cosimo Pio Di Benedetto – occorre sia un atto dell’IACP, sia un provvedimento di sgombero del Comune.

Quanti protestano e lanciano accuse dovrebbero sapere che ogni azione è possibile solo se non intervengono opposizioni e resistenze, che in alcuni casi giungono fino al giudizio, allungando i tempi degli sgomberi e dunque della liberazione degli alloggi».

In ogni caso, le procedure sul territorio comunale sono destinate ad essere accelerate e garantite. Tutto questo grazie ad un protocollo d’intesa tra il Comune di Eboli e l’Istituto Autonomo Case Popolari (IACP) che mette in sinergia gli uffici comunali e dell’istituto, garantendo uno scambio di informazioni.

«Lo schema dell’accordo è stato già licenziato dalla Giunta Comunale – annuncia il sindaco, Massimo Cariello -. L’intesa ci permetterà di raggiungere più rapidamente le informazioni necessarie per l’aggiornamento delle graduatorie, la manutenzione e le assegnazioni.

In più avremo maggiore efficienza e più trasparenza, due obiettivi che inseguiamo in ogni nostra azione».

Articoli correlati

Back to top button