Economia

Investire in Borsa conviene? Come e dove farlo

Investire in Borsa: una attitudine portata avanti da molti appassionati del mondo della finanza che vedono nel mercato delle azioni un’opportunità da perseguire. Si tratta ovviamente di un mondo non certamente semplice dove il rischio è del tutto presente.

Anche per questo motivo gli italiani, notoriamente grandi risparmiatori e nemici di tutto ciò che implica un rischio, non sempre hanno visto di buon occhio il mondo della Borsa. Che comunque continua a rappresentare un mondo enorme nel quale cercare di carpire opportunità.

Oggi la Borsa è profondamente mutata nella sua forma: per chi volesse investire è possibile valutare anche l’ipotesi online visto che la Borsa virtuale sta diventando una risorsa importante.

O altrimenti c’è la soluzione tradizionale, quella che vede l’utente rivolgersi a un intermediario fisico per acquistare azioni che ritiene opportune.

Tante strade diverse che compongono un quadro di insieme per capire come investire in Borsa.

Da definizione chi acquista azioni lo fa per cercare di trarre un profitto dalle oscillazioni delle quotazioni di Borsa. Il meccanismo è piuttosto semplice e immediato; si vanno ad acquistare azioni di società quotate in Borsa cercando di trarre profitti fondamentalmente in due modi: aspettando di ricevere i dividendi, eventuali, a fine anno; oppure andando a rivendere le azioni dopo un tot di tempo sperando che in quella finestra temporale esse abbiano aumentato il proprio valore, così da ottenere un guadagno sulla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita.

Un meccanismo noto che negli ultimi tempi ha visto alcune modifiche; prima di tutto per l’avvento dell’online che, come detto, ha cambiato le carte in tavola. Oggi è possibile investire in azioni direttamente dal proprio pc e in qualunque momento della giornata.

Altro cambiamento legato a doppio filo con quello sopra indicato, la tipologia di investimento: se chi si rivolgeva alla Borsa tradizionale lo faceva per cercare di trarre profitti nel lungo periodo, anche a distanza di mesi, oggi è possibile ricorrere a strumenti come i derivati, tramite i quali si va a puntare sullo short time. L’orizzonte temporale di riferimento è quindi mutato e si è assottigliato.

Due grandi novità che hanno letteralmente ribaltato il punto di vista di chi investe sul mercato delle azioni. Nuove opportunità che possono essere colte in qualsiasi momento e da chiunque, ma che partono sempre dalla necessità di valutare a fondo i rischi dell’investimento da compiere. Perché quello della Borsa continua comunque ad essere un mercato altamente volatile dove i guadagni non sono garantiti.

 

Articoli correlati

Back to top button