Investita dall'auto di De Luca, parla la ragazza

de luca

Investita dall'auto di De Luca, parla la ragazza

SALERNO. Il permesso per passare contromano è anomalo, ma scatenare un polverone è esagerato. Così possono essere riassunte le parole di Sara del Manto, 22 anni, la ragazza investita dall’auto blu del governatore Vincenzo De Luca venerdì pomeriggio.

«Ora sto bene, sono solo un po’ dolorante, non voglio sollevare polveroni. Certo, quel permesso che autorizza l’autista di De Luca a viaggiare contromano è un po’ anomalo».

La 22enne ha poi raccontato l’accaduto: «Stavo andando da una mia amica, quando all’improvviso mi sono ritrovata un’automobile nel mio motorino.

Mi ha preso di lato, in via Lanzalone, quando avevo quasi superato l’incrocio di via Giovanni Negri. Mi sono ritrovata a terra. Poi non ricordo bene tutto, ho ancora dei momenti di confusione. Sentivo soltanto la gente che parlava, urlava e diceva “non la muovete, non la muovete”. Io ero terrorizzata e piangevo a dirotto, pensavo di essermi fatta davvero molto male».

Uno dei pochi ricordi vividi è quello di una signora, una parrucchiera, che l’è stata vicino nei momenti subito dopo l’impatto.

«Sono andata anche a ringraziarla, poi. Ricordo le voci della gente perché mi hanno fatto restare distesa a terra e questa signora che veniva, mi parlava e mi accarezzava. Ero spaventatissima, ho pensato al peggio, credevo di morire. Quando mi hanno messo un collare per non farmi muovere il collo è stato il momento peggiore perché mi hanno caricato ancora di più ansia».

Su De Luca ed il suo comportamento spiega: «con De Luca non ho parlato. Mia madre mi ha detto che il presidente era sul posto quando è arrivata l’ambulanza e che l’ha abbracciata. Mi ricordo, però, che qualcuno diceva che De Luca se n’era andato. Io ero stesa a terra e non mi rendevo conto bene di quello che stava avvenendo intorno a me.

Comunque, devo dire che i miei genitori mi hanno detto che quando è arrivata l’ambulanza il presidente della Regione era presente, ha parlato con loro e poi ha anche telefonato per sapere come stavo e per lasciare i suoi recapiti.

Fino a venerdì ho avuto la fortuna di non incontrarla. So che gli abitanti della zona si lamentano perché l’auto di servizio di De Luca procede contromano, devo dire la verità: questa vicenda è anomala, anche se ho l’impressione che si sta alzando un polverone esagerato».

 

(fonte LaRepubblica.it)

TAG