“Io non sono niente”: lo strazio per un cagnolino morto investito

cagnolino-investito

L'associazione "Dalle Zampe al Cuore Onlus - Associazione Zoofila Rocchese" espone il proprio strazio per la scomparsa di un cagnolino morto investito

L’associazione “Dalle Zampe al Cuore Onlus – Associazione Zoofila Rocchese” espone il proprio strazio per la scomparsa di un cagnolino, morto dopo essere stato investito e abbandonato a sé stesso.

Lo strazio per un cagnolino morto dopo essere stato investito: “Io non sono niente”, recita l’associazione

Rabbia, strazio e dolore da parte dell’associazione “Dalle Zampe al Cuore Onlus – Associazione Zoofila Rocchese” che quest’oggi ha commentato la morte di un cagnolino investito da un’automobile. “Io non sono niente” recita l’inizio del loro stato Facebook, rilasciato sulla loro pagina ufficiale.

Io sono niente… sono il frutto di una cucciolata nata per capriccio della “padrona” della mia mamma…
Quando i volontari hanno saputo che la mia mamma era in attesa, hanno subito chiamato “la signora” per farla sterilizzare, ma lei no, non ha voluto perché mamma si doveva “divertire”.
Siamo nati, dati prima del tempo a chiunque senza criterio, bastava toglierci dalle scatole in fretta, il prima possibile!
Io sono rimasto l’ultimo da dare e la padrona di mamma doveva partire, mi ha dato ad una coppia anziana per il tempo della vacanza, ma poi quando è tornata, sono finito per strada, nessuno mi voleva!
Qualcuno mi ha accolto in un cortile, ma io scappavo sempre, non mi sentivo veramente a casa neanche lì!
I volontari non hanno fatto in tempo a prendermi, la “signora” se ne è lavata le mani, e io sono e resto niente, un niente morto investito!
Cara “signora” la tua fede è finta, se non ami i piccoli, non puoi amare nessuno! Non sei credibile né tu, né le tue preghiere e nessun fiore darai mai più a nessuno di noi.


Fonte: RTA

TAG