Jessica Sacco, suicidio dopo l’ennesimo litigio tra padre e fidanzato

Jessica Rizzo si è tolta la vita dopo l'ennesimo litigio tra il padre e il fidanzato

ASCEA. Sembrano essere chiari i motivi che avrebbero portato al suicidio la 22enne di Mandia, Jessica Sacco al suicidio. La giovane si sarebbe lanciata dal balcone di casa proprio mentre in strada suo padre e il suo fidanzato stavano discutendo per l’ennesima volta. I due tra le urla e le botte hanno improvvisamente visto ai loro piedi il corpo senza vita di Jessica, forse esasperata dai continui litigi di due persone per lei molto importanti.

La scena si è consumata fuori al bar di proprietà della famiglia di Jessica, unico bar del paese, in quel momento pieno di clienti che giocavano a carte e bevevano per passare la domenica sera. Per cause non chiare scoppia la lite che degenera subito. Il ragazzo viene fatto allontanare dai passanti ma dopo pochi minuti torna con una mazza in mano che scaglia contro il suocero, ferendolo ad un occhio. Nella colluttazione viene ferito anche il fratello della 22enne. Jessica è a casa al piano di sopra e poi la tragedia: la ragazza si lancia dal balcone di casa e dinnanzi ai piedi del padre e del ragazzo il corpo senza vita. Inutile l’intervento del 118: Jessica arriva all’ospedale di Vallo della Lucania senza vita.

Durante la notte di domenica i Carabinieri hanno raccolto le testimonianze dei presenti. Il Procuratore di Vallo della Lucania ha disposto l’esame autoptico che sarà eseguito nel primo pomeriggio di oggi dal medico legale Adamo Maiese che già ieri ha effettuato un primo esame esterno.

Leggi anche: http://salerno.occhionotizie.it/notizie-dal-territorio/tragedia-ad-ascea-jessica-rizzo-si-toglie-la-vita/

TAG