Cronaca

La stazione marittima visitabile di mattina: ecco gli orari

SALERNO. Come ammesso dal presidente dell’Autorità portuale Andrea Annunziata, la stazione marittima entrerà pienamente in funzione solo tra un anno, ovvero quando torneranno le compagnie sulle cui navi è possibile imbarcarsi da Salerno.

«La struttura, dopo la cerimonia inaugurale del 25 aprile è rimasta chiusa per il tempo strettamente necessario ad illustrare al gestore le caratteristiche tecnologiche ed impiantistiche del capolavoro di Zaha Hadid, onde poter assicurare un’apertura ottimale ed in piena sicurezza per gli addetti ed i fruitori. Il gestore ha altresì palesato la disponibilità a consentire l’accesso a coloro che fossero interessati a visitare la struttura naturalmente senza creare intralcio alle attività operative» spiega il comune di Salerno.

Ciò è accaduto nei giorni successivi all’inaugurazione di questa grande opera di architettura. L’assessore all’urbanistica Mimmo De Maio, invece, ha affidato alla sua pagina Facebook una serie di chiarimenti (in primis sulla stazione):

«sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 7.30 alle 13.30 per poi arrivare, a breve, anche all’apertura pomeridiana dalle 15.30 alle 19».

Quindi ha precisato anche che: «oltre al servizio informazioni saranno gradualmente attivate tutte le funzioni. Non esiste alcuna barriera architettonica: i diversamente abili hanno a disposizione rampe, ascensori e percorsi interni. Abbiamo voluto l’installazione dei nastri trasportatori in quanto Salerno dovrà continuare a fungere da porto di imbarco/sbarco di passeggeri, quindi di inizio/fine crociera. La stazione marittima è immediatamente fruibile dalle navi da crociera compatibili con l’attracco al molo Manfredi».

Inoltre, il rappresentante dell’amministrazione, non si lascia scappare proprio nulla entrando così nel fulcro della polemica alimentata dalle anime più critiche della città:

«Mi auguro che di fronte all’incomparabile bellezza di un’opera che tutto il mondo sta celebrando, i pezzi più retrogradi della comunità salernitana inizino finalmente a scrollare dalle menti la logica del provincialismo e a guardare alla sviluppo urbanistico della città senza pregiudizi. Proprio come ha invitato a fare il premier Renzi».

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button