CronacaPoliticaSpeciale elezioni

L'accusa di Ugo Tozzi: «C’è chi promette posti, ma il Comune non può assumere»

BATTIPAGLIA. «Ci sono candidati che promettono posti di lavoro»: dura accusa di Ugo Tozzi, che lancia l’allarme sulla campagna elettorale. Nel corso di un comizio di quartiere, il candidato sindaco ha detto di aver saputo di candidati «che chiedono il voto in cambio di promesse di lavoro. Approfittando dell’ingenuità di qualcuno che non è a conoscenza delle difficoltà economiche del Comune, ha promesso incarichi nella polizia municipale o in uffici comunali».

Tozzi ha affermato che «la lista dei lavoratori dell’azienda speciale Pignatelli, un elenco di servizio che dovrebbe essere interno, è finito nelle mani di un candidato sindaco che ha chiamato i dipendenti, promettendo lavoro. Peccato che la Pignatelli sia stata liquidata e che tutti i servizi siano finiti ad Alba. Il Comune non può impegnarsi per nuove assunzioni. Chi dice il contrario, dice falsità e illude la popolazione. Un candidato promette anche posti di lavoro in società private, ma non basterebbero le aziende di tutta la città per assumere la gente con cui si è impegnato».

Articoli correlati

Back to top button