Senza categoria

Ladri di pigne saccheggiano la pineta di Marina di Camerota

CAMEROTA. Hanno un accento napoletano l’uomo e la donna che si aggirano nel Cilento per rubare le pigne dagli alberi di pino. Il kit per saccheggiare gli alberi è formato da una lunga asta in alluminio e un secchio. Sono stati avvistati da più cittadini sia lungo il Mingardo, nella pineta tra Marina di Camerota e Palinuro, ma anche sul lungomare del borgo marino cilentano.

Agiscono di notte, lontano da occhi indiscreti e dai controlli delle forze dell’ordine. Nessuno può toccare le pigne sugli alberi o quelle cadute in terreni di proprietà privata o pubblica. I legnosi frutti dei pini, i pinoli, possono raggiungere un valore economico sul mercato nero che si aggira attorno ai 100 euro al quintale.

Imprenditori di vari settori le acquistano per estrarne la resina e i pinoli. Perciò l’ accesso alle pinete in certi casi può essere vietato e la raccolta delle pigne diventare reato.

(Fonte: giornaledelcilento)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button