CronacaPoliticaSpeciale elezioni

Lanaro chiude la campagna elettorale: «Qui non c’è la camorra e Landi è una persona onesta»

BATTIPAGLIA. Solo Enrico Lanaro, sorteggiato per le 22.30 di oggi in piazza Amendola, ha preferito chiudere la campagna elettorale ieri sera, con un giorno d’anticipo. Ieri sera in piazza Amendola non c’era Vincenzo De Luca per il candidato sostenuto anche dal Pd. C’erano gli onorevoli Tino Iannuzzi e Simone Valiante, il consigliere regionale Luca Cascone, il capogruppo provinciale Pd Giovanni Coscia e il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora.

«A Battipaglia ha detto Lanaro – abbiamo visto incapacità e difficoltà a raggiungere gli obiettivi. Abbiamo grossi disagi, ci sono persone che hanno problemi per 20 euro. Per il futuro bisogna guardare ai deboli». E poi il tema della camorra: «La provincia di Salerno non è Napoli o l’Agro nocerino (davanti a Canfora, che è anche sindaco di Sarno, ndr), qui non c’è la camorra. Non siamo la stessa cosa. Io mi sono sempre sentito sicuro qui, ma questo non è stato mai trasmesso fuori. Per lo scioglimento abbiamo fatto una enorme figuraccia, ma non è vero che c’è la camorra». E sugli impresentabili: «Demetrio Landi ha fatto un errore nel passato ed è stato segnalato. Il suo sbaglio l’ha pagato, per noi è una persona onesta e pulita». E annuncia: «La mia giunta sarà costituita da professionisti che hanno dimostrato capacità nel settore che dovranno occupare. Non avremo nessuna giunta che risponde a numeri».

Articoli correlati

Back to top button