Cronaca

Laviano, compravendita di case per i terremotati: il caso a Striscia

L'inviato campano Luca Abete incontra il barista

Le case per i terremotati di Laviano vendute “a nero”. È quanto scoperto da Striscia la Notizia, tg satirico di Canale 5, attraverso il suo storico inviato campano, Luca Abete, recatosi nel piccolo centro, tra i più colpiti dal terremoto del 1980.

Case per i terremotati di Laviano vendute dal barista: il caso a Striscia

Luca Abete parla delle sospette compravendite nel villaggio antistress di Laviano, costruito dopo il terremoto dell’Irpinia e oggi luogo di villeggiatura per i turisti. Abete prova ad affittare una casetta, ma gli viene detto che sono tutte occupate. L’inviato, però, scopre che c’è un modo per aggirare il problema e accedere ai beni comunali.

Stando a quanto è emerso nel corso del servizio, le chiavi di alcune casette comunali sarebbero infatti in mano al barista del paese. “Mi chiamano Tecnocasa, anche il sindaco mi conosce. Le persone mi lasciano le chiavi per fare un po’ di soldi. La registrazione dell’immobile è regolare e per prendere possesso della casa occorrono 10mila euro da dare come buonuscita ai vecchi proprietari. Poi ci sono i 70 euro di affitto mensile da pagare al comune. Questo non è il mio lavoro ufficiale ma l’esperienza ce l’ho, ho alle spalle più di 150 transazioni di casette” avrebbe dichiarato alle telecamere.

Articoli correlati

Back to top button